Martedì, 27 Marzo 2007 00:00

ARCOBALENO DUMBO CONTRO TROMBETTA

Esprime preoccupazione l'associazione Dumbo Onlus nell'apprendere la notizia che verrà attivato il progetto “Arcobaleno tangam” per disabili gravi quando il Comune di Matera non ha ancora saldato le competenze per la gestione dei servizi che (nello stesso settore) Dumbo già svolge da tempo per conto dello stesso ente comunale. “È semplicemente scandaloso -afferma il presidente di Dumbo, Michele Colasuonno- spendere 60mila euro in nuove iniziative quando non vengono corrisposte da parte del Comune le spettanze per i servizi già in essere che rischiano di essere interrotti. La cosa ci preoccupa perché, nonostante l'associazione Dumbo gestisca dal 2001 il Centro Socio Educativo per disabili gravi di proprietà del Comune di Matera, deve continuare ad anticipare le somme necessarie per far fronte ai pagamenti. Una situazione che va avanti da 5 anni e che comporta un grave sacrificio per un Centro Socio educativo affinché il servizio pubblico non subisca interruzioni erogando servizi necessari ed efficienti. Pronta la replica dell'assessore comunale materano alle politiche sociali, Nicola Trombetta. “Stupisce la nota diffusa in data odierna dall'Associazione Dumbo sulla presentazione del progetto Arcobaleno per disabili gravi. Risulta perlomeno curioso che proprio l'associazione Dumbo (che ha partecipato all'avviso pubblico relativo al progetto, che ha visto legittima aggiudicataria dell'appalto la Società cooperativa sociale “Città Essenziale) si scandalizzi per l'attivazione del progetto stesso. Quanto, poi - precisa inoltre l'assessore - allo scarso coinvolgimento dei soggetti che abitualmente si occupano di servizi legati alle Politiche sociali, ritengo che la pubblicazione di un avviso pubblico per valutare il miglior progetto e la migliore offerta economica siano il modo migliore per garantire il coinvolgimento di tutti gli attori che si occupano della problematica della disabilità. Avvisi pubblici che, nel passato (come sanno i resposanbili dell'associazione Dumbo) non sempre sono stati realizzati. Tra l'altro, l'associazione Dumbo ha presentato precise osservazioni sui risultati della gara in oggetto, il 16 novembre scorso, alle quali l'Ufficio competente ha regolarmente risposto”. Riferendosi, poi, alle spettanze non corrisposte, lamentate dalla Dumbo, l'assessore conclude: “La convenzione che l'amministrazione comunale, come ben sanno anche i responsabili della Dumbo, è strettamente legata ai finanziamenti assentiti a suo tempo dalla Regione di Basificata, ci porta a chiarire ancora una volta che nulla è dovuto fin tanto che non dovessero pervenire altri finanziamenti per sollecitare i quali questa amministrazione si è ripetutamente adoperata, informandone regolarmente l'associazione Dumbo. Una apposita delibera di giunta ha impegnato, inoltre, 70 mila euro (pari al 30% del finanziamento complessivo erogato dalla regione per l'anno 2007) per il Centro Diurno comunale per disabili gravi, ma che saranno disponibili solo in seguito all'approvazione del bilancio comunale. Ci preme, infine, sottolineare che da parte dell'amministrazione comunale non sono mai venuti meno i presupposti che, in più occasioni, ci hanno visti al fianco dell'associazione Dumbo nelle numerose attività che abbiamo sostenuto e che continueremo a sostenere in nome di una corretta gestione e di un sano sviluppo delle politiche sociali di questa città. Occorre ribadire, infine, che la diversificazione di soggetti gestori e di progetti permette un maggior raccoglimento delle istanze per un sano confronto per il miglior risultato possibile”.


Letto 534 volte