Giovedì, 25 Ottobre 2007 00:00

MARIA ANTEZZA A BERLINO

“Lo sviluppo del confronto e della cooperazione fra le Assemblee legislative regionali è essenziale per conferire una dimensione europea alle politiche regionali”. E’ quanto ha dichiarato la presidente del Consiglio regionale della Basilicata, Maria Antezza, che ha partecipato a Berlino ai lavori della conferenza annuale della Calre (Conferenza dei presidenti dei Parlamenti regionali europei). L’organismo comprende 74 Regioni di 8 Paesi europei, che rappresentano complessivamente 200 milioni di abitanti
MARIA ANTEZZA ALLA CONFERENZA DI BERLINO
“Lo sviluppo del confronto e della cooperazione fra le Assemblee legislative regionali è essenziale per conferire una dimensione europea alle politiche regionali”. E’ quanto ha dichiarato la presidente del Consiglio regionale della Basilicata, Maria Antezza, che ha partecipato a Berlino ai lavori della conferenza annuale della Calre (Conferenza dei presidenti dei Parlamenti regionali europei). L’organismo comprende 74 Regioni di 8 Paesi europei, che rappresentano complessivamente 200 milioni di abitanti: i Parlamenti delle comunità autonome spagnole; i Consigli regionali italiani; le Assemblee delle regioni e comunità belghe; i Parlamenti sia dei Lander austriaci che dei Lander tedeschi; il Parlamento autonomo di Aland (Finlandia); le Assemblee regionali delle Azzorre e Madeira (Portogallo) e quelle di Scozia, Galles e Irlanda del Nord. “Si tratta di Parlamenti che rappresentano esperienze democratiche molto diverse fra loro – afferma la presidente del Consiglio regionale lucano – ma che fanno parte dell'Unione Europea ed in quanto organi legislativi hanno tra l’altro il compito di convertire le regole europee nella propria normativa. Possono quindi perseguire obiettivi comuni, come quelli indicati nel documento finale approvato ieri a Berlino, che punta ad affermare il principio della sussidiarietà, valorizzando il ruolo delle istituzioni locali e rafforzando la cooperazione fra le istituzioni europee”. “In questo senso – afferma ancora Antezza, che è stata di recente designata quale componente del Comitato per il raccordo e lo scambio di esperienze fra le assemblee legislative fra Consigli regionali, Senato e Camera dei Deputati – ritengo particolarmente significativa la dichiarazione sul federalismo fiscale approvata a Berlino, che rivendica tra l’altro l’ampliamento delle possibilità di autodeterminazione in materia di entrate ed uscite delle Regioni ed il perfezionamento nei singoli Stati di una perequazione finanziaria solidale e trasparente a favore delle Regioni finanziariamente più deboli”. “L’elezione di una donna, la presidente del Parlamento Basco Izaskun Bilbao Barandica, alla presidenza della Calre per il 2008 – conclude Antezza – è una buona notizia, e spero possa contribuire ad allargare ulteriormente gli orizzonti di questo organismo, focalizzando l’attenzione in particolare sulle politiche di cooperazione euromediterranea, come più volte è stato sollecitato dalle Regioni italiane”.
Letto 484 volte