Giovedì, 11 Ottobre 2007 00:00

PISU RESPINTO IL RICORSO DI MIRABILIA

Il 2 Ottobre scorso il Consiglio di Stato ha respinto l'appello avanzato dal raggruppamento temporaneo d'imprese facente capo a Mirabilia srl relativo all'assegnazione del Servizio di comunicazione e promozione finalizzato all'attrazione turistica. Il provvedimento, è stato affidato dal Comune di Matera con un bando pubblico finanziato con i fondi Pisu (Piani integrati di sviluppo urbanistico) al raggruppamento delle Officine Rambaldi. Il testo dell'ordinanza in pagina.
Il 2 Ottobre scorso il Consiglio di Stato ha respinto l'appello avanzato dal raggruppamento temporaneo d'imprese facente capo a Mirabilia srl relativo all'assegnazione del Servizio di comunicazione e promozione finalizzato all'attrazione turistica. Il provvedimento, è stato affidato dal Comune di Matera con un bando pubblico finanziato con i fondi Pisu (Piani integrati di sviluppo urbanistico) al raggruppamento delle Officine Rambaldi.

ORDINANZA

Nella Camera di Consiglio del 02 Ottobre 2007 .Visto l'art.21, u.c., della legge 6 dicembre 1971, n. 1034, come modificato dalla legge 21 luglio 2000, n. 205; Visto l'appello proposto da:
Mp Mirabilia Srl rappresentato e difeso da: Avv.  Andrea Saldutti  Avv. Nicola Alessandro Saldutti con domicilio  eletto in Roma Via C.Beccaria 18 presso Nicola Alessandro Saldutti contro Comune di Matera non costituitosi e nei confronti di Officina Rambaldi S.P.A. In Pr. E Q.Le Mandataria R.T.I. rappresentato e difeso da:Avv.  Marcello Cardi con domicilio  eletto in Roma Viale Bruno Buozzi N.51 presso Marcello Cardi RTI - Pan Service Di Terrente Rosa E C. S.A.S. E In Pr. non costituitosi; Rti - Fit Consulting S.R.L. E In Pr. non costituitosi; Rti - Kpr S.R.L. E In Pr. non costituitosi;
per la riforma dell'ordinanza del Tarbasilicata-  Potenza  n. 176/2007  , resa tra le parti, concernente Affidamento  Servizio di Comunicazione e Promozione Attrazione Turistica;
Visti gli atti e documenti depositati con l'appello; Vista l'ordinanza di rigetto della domanda cautelare proposta in primo grado; Visto l'atto di costituzione in giudizio di: Officina Rambaldi Spa In Pr. E Q.Le Mandataria R.T.I.
Udito il relatore Cons. Claudio Marchitiello e uditi, altresì, per le parti gli avvocati N. A.  Saldutti e M. Cardi; Rilevato che, come correttamente ha evidenziato il T.A.R., l’offerta delle officine Rambaldi deve ritenersi presentata dall’amministratore delegato in carica.
P.Q.M.
Respinge l'appello (Ricorso numero: 6482/2007 ). La presente ordinanza sarà eseguita dalla Amministrazione ed è depositata presso la segreteria della Sezione che provvederà a darne comunicazione alle parti.

Letto 855 volte