Giovedì, 27 Gennaio 2022 16:51

"MEMORIA": UN QUADRO DI LEVI A MATERA

I segni dell’orrore nelle pennellate di Carlo Levi in corpi nudi e accatastati.

La crudezza e la violenza dell’olocausto, rappresentata in Nudi femminili, dipinto del 38, in esposizione temporanea al palazzo Lanfranchi di Matera, per la Giornata della memoria. La proiezione poi della video intervista ad Elisa Springer, scrittrice viennese, morta proprio a Matera. Testimone diretta della shoah, conobbe Anna Frank. Una iniziativa rivolta soprattutto ai più giovani, agli alunni del liceo Classico di Matera. L’esposizione dell’opera di Levi è temporanea. Si potrà ammirare fino al 31, dalle 9:30 alle 19:30. Attualmente il quadro è custodito in un deposito ma si sta valutando di portarlo a Matera (da trmtv.it-Alessandra Martellotti). 

Letto 143 volte

Video