CARNEVALE A MATERA: UN "NO" POLITICO?

La giornata di ieri a Matera è trascorsa in attesa di una notizia di natura tutta “politica” sul prosieguo o meno del progetto Carnevale 2018 . In mattinata l’esito chiaro della riunione in Comune alla presenza del Sindaco con il tavolo tecnico cui hanno partecipato CNA, CONFCOMMERCIO, CONFINDUSTRIA, CONFAPI, CONFESERCENTI, CONFCOOPERATIVE, CAM e Associazione B&B, da cui è emersa la conferma della disponibilità... ...delle stesse a lavorare in prima linea per il prosieguo del progetto, attingendo alla tassa di soggiorno nella misura di Euro 150.000,00 – considerata questa una somma base per la realizzazione di un progetto di qualità, pur in assenza di congrue tempistiche di programmazione dell’evento. Il sindaco De Ruggieri, acquisita la conferma di tutte le associazioni- tranne la CNA che avrebbe dovuto manifestare nel pomeriggio la propria posizione -ha dichiarato al termine del tavolo che il pomeriggio avrebbe restituito definitivamente l’esito del confronto con una maggioranza notoriamente sul tema spaccata, consapevole che la richiesta verbalizzata dal tavolo rendeva chiaramente netta e marcata la posizione favorevole di tutte le associazioni di categoria sull’opportunità di continuare insieme in questo cammino, così come atteso dalla città. Le ore del pomeriggio non hanno evidenziato comunicati ufficiali sul tema. Alle ore 19.30 dopo aver sollecitato indicazioni sull’esito del confronto intervenuto, il sindaco ha confermato che una parte politica della maggioranza che lo sostiene, ovvero il PD, ha ribadito la sua contrarietà all’uso di risorse pubbliche nella misura superiore ai 50.000 euro, pur essendo stata informata dell’esito del tavolo e della posizione espressa dalle associazioni convenute in mattinata. La responsabilità politica di tale scelta quindi è emersa con tutta la sua chiarezza. Allo stato non sussisterebbero pertanto le condizioni per poter proseguire questo progetto. Anche se il sindaco ha dichiarato che nella giornata di oggi porterà alle 9.30 in giunta la discussione, con la richiesta a tutti i componenti della stessa di esprimersi con chiarezza. Resta ancora quindi quest’ultimo atto per capire se e come la politica definirà la propria posizione su un progetto che ha in queste settimane ha acceso entusiasmi dei cittadini. Intanto la trasmissione “Mvt, se ti muovi ti diverti” continua a non andare in onda, ascoltando però con attenzione gli umori ed i rumori della città (da trmtv.it-Rossella Tosto).