CONTR-APPUNTI (1033)

Lunedì, 30 Marzo 2009 00:00

COPPIA O SCOPPIA?

Da quarant’otto ore l’accoppiata SilvioBerlusconi – Gianfranco Fini è diventata ufficiale. Dalle due “sensibilità” politiche è nato il nuovo partito del Popolo della libertà”. Loro due sembrano felici., soddisfatti per l’esito di un’operazione politica che era stata annunciata da tempo e che ora ha visto due partiti sciogliersi e confluire, definitivamente (almeno per ora), in una sola formazione. Al fianco della coppia di fatto, sgambetta la Lega, che ha preferito continuare a svolgere la sua funzione in autonomia, senza “imbarchi” nel nuovo partito. E se il Formigoni dice al Bossi che non si può essere contemporaneamente partito di lotta e di governo, si becca una risposta del tipo “Questi sono c...i nostri…”.
Mercoledì, 25 Marzo 2009 00:00

CHE FA, ARROTONDA?

Siamo preoccupati per Silvio Berlusconi, presidente del Consiglio dei ministri. I dati della sua dichiarazione dei redditi per l’anno 2007 hanno fatto registrare un calo vertiginoso dei suoi cespiti. Da quanto abbiamo appreso dalla stampa nazionale, i suoi guadagni si sarebbero ridotti a meno di un decimo della precedente dichiarazione per il 2006. Il Cavaliere si è abbassato a incamerare poco più di 14 milioni di euro, contro gli oltre 180 del passato. Che cosa è successo? La crisi ha devastato l’impero di Arcore? Il Berlusca non ha più quell’incomparabile senso degli affari che lo ha reso famoso nella finanza internazionale? Come sappiamo, il primato della ricchezza va, in Italia, a un uomo simbolo della lavorazione dolciaria.
Venerdì, 20 Marzo 2009 00:00

COLOMBO IL PD E MOBY DICK

Ha ragione (e non glie ne abbiamo mai riconosciute molte, di ragioni, nel corso degli anni) Carlo Petrone a chiedersi e a chiedere: “Ora che siamo tutti più tranquilli perché il senatore a vita Emilio Colombo ha riabilitato il PD, possiamo iniziare a discutere con maggior buon senso politico sul futuro del centrosinistra di Basilicata?” Sembrava che il “grande vecchio”, ancora una volta nei panni del capitano Achab, avesse deciso di piantare una fiocina, di conficcare ben saldo un arpione nel terreno lucano per assicurarvi Moby Dick, la balena bianca del famoso romanzo di Melville. Il tutto, sembrava, a discapito della cagionevole unità realizzata all’interno del Partito democratico tra ex Diessini e Margheritini.
Giovedì, 19 Marzo 2009 00:00

LA FONTANA ITINERANTE

Si è mossa. Era stata ferma lì, per oltre un quarantennio e oggi ha ripreso il cammino verso la sua antica dimora. Stiamo parlando della fontana ferdinandea che un tempo troneggiava in piazza Vittorio Veneto, a Matera, fornendo le assetate abitazioni dei materni di acqua proveniente dalle falde freatiche situate nel cuore della collinetta sovrastata dal castello aragonese, opera incompiuta (per sopraggiunti, inderogabili motivi, leggi l’assassinio del committente) voluta dal conte Giancarlo Tramontano. Della ritrovata destinazione esistono sicure testimonianze fotografiche risalente all’inizio del secolo scorso. Nelle foto si intravedono, lungo il fianco del convento di Santa Lucia al Piano, anche le cannelle utilizzate per riempire i recipienti.
Martedì, 17 Marzo 2009 00:00

CIAO LELLO

Una nota di sincera mestizia connota questo “Contr – appunti”. Come avrete verificato nel corso di questi ultimi due anni, questa rubrica non serve solo a produrre motti salaci e arguzie su questo o quel politico, su questo o quel fatto di cronaca. La abbiamo utilizzata anche (e continueremo a farlo) per esprimere i nostri stati d’animo rispetto a eventi che ci colpiscono o, peggio, ci toccano direttamente. Si è spento Raffaele Giuralongo, uomo della sinistra materana, meridionalista, studioso di storia, raffinato uomo di penna, combattente nell’agone della politica lucana e nazionale da almeno un quarantennio. Lello (come lo chiamavamo familiarmente) è stato un vivace rappresentante del dibattito culturale della Basilicata del dopoguerra.
Mercoledì, 11 Marzo 2009 00:00

CAMERE CALDE

Così si chiamano gli impianti per il riprocessamento del materiale radioattivo, strumenti indispensabili (come ben sanno gli iracheni) per arrivare a realizzare una bomba atomica, dove si producono temperature spaventose. Con ogni probabilità è questa la temperatura politica che è stata toccata nei due rami del Parlamento italiano dal pomeriggio di ieri. Del presidente Silvio Berlusconi tutto si può dire (nel bene e nel male), ma non che non riesca spesso a mettersi contro tutti, oppositori ed alleati. Lo ha fatto di nuovo, durante un’assemblea di costituzione ufficiale del Pdl, destinato a vedere la luce dalla fusione (è il caso di dirlo) di Alleanza nazionale con Forza Italia.
Lunedì, 09 Marzo 2009 00:00

NEL CAMBIO CI GUADAGNATE

Finito il profluvio di mimose, i discorsi e le dichiarazioni di principio, oggi incomincia il nuovo anno della donna e del suo non semplice cammino lungo il percorso della parità e delle pari opportunità con il sesso maschile. A circa due ore dall’inizio del “post otto marzo” è il caso di riprendere l’argomento. Sappiamo tutti che la violenza contro le donne, le bambine, le madri, le lavoratrici, è sempre dietro l’angolo. Non ci riferiamo solo alle violazioni sessuali, manifestazioni brutali, belluine e barbariche della supremazia maschile imposta nel corso dei secoli, ma soprattutto alle violenze sottaciute e imposte senza possibilità di ribellione da parte delle donne. Sappiamo che ogni giorno queste cose accadono, in particolare dentro le mura domestiche.
Venerdì, 06 Marzo 2009 00:00

SI E' SCHIARITO…

Torniamo a Lui, il nuovo Uomo della Provvidenza, il Cavaliere che tutto può. Il presidente del Consiglio Silvio Berlusconi ha avuto una settimana di viaggi senza sosta. Dall’Europa a Sharm, di qui in Libia da Muhammar Gheddafi e poi di nuovo sul percorso del ritorno. Apprezziamo la sua capacità fisica di “tenuta”, mentre riusciamo ancora a divertirci per le sue pericolose boutades che fanno disperare il cerimoniale di Palazzo Chigi. Con il presidente francese Nicolas Sarkozy, però, sembra che la gaffe sia stata solo una montatura e che il Silvio nazionale non avrebbe detto che “ti ho dato la mia donna” bensì di aver “studiato alla Sorbona”. Va bene, ci basta come chiarimento ufficiale, anche perché “Sarkò” si è dichiarato pronto a confermare la sua versione.
Lunedì, 02 Marzo 2009 00:00

PERO' E' UN BEL...VEDERE!

Sta suscitando reazioni e qualche polemica un grande manifesto pubblicitario montato su di una “vela” e parcheggiato in Piazza della Visitazione – Matteotti, uno dei centri nevralgici del traffico della città di Matera. L’immagine incriminata rappresenta un fondoschiena femminile, corredato da in mini indumento intimo di pizzo e da una giarrettiera, con un testo che precisa: “Noleggiami a 19 euro al giorno”. Come è facile immaginare, il noleggio non si riferisce ad eventuali attività di mercimonio della proprietaria del popò, ma alla possibilità di diffondere un qualsiasi prodotto utilizzando lo spazio pubblicitario mobile montato su di un autocarro e in grado di circolare sulle strade cittadine. Sì è lamentata della cosa un’associazione di consumatori.
Martedì, 24 Febbraio 2009 00:00

DELINQUENTI "ILLUMINATI"

La Questura di Matera, coordinata dalla Magistratura del locale tribunale, ha portato a termine con successo (e ci complimentiamo per questo) un’operazione di repressione della criminalità. Dopo sei mesi di indagini e ricerche minuziose, sono state arrestate diciannove persone e debellata un’organizzazione specializzata ne furto di pannelli fotovoltaici da riciclare nei paesi del Nord Africa. I furti avvenivano in quasi tutte le regioni del sud continentale e del centro Italia. Gli impianti rubati venivano occultati in Puglia e poi trasferiti nei paesi “committenti”. L’operazione Kyoto (intelligente riferimento al noto protocollo per la riduzione dell’inquinamento ambientale disattesa, per altro, da molti paesi industrializzati) si è conclusa.