CONTR-APPUNTI (1055)

Come dice un detto popolare diffuso nel Meridione, esiste la disposizione del cosiddetto “Articolo quinto” che recita: “Chi tiene (il punto) in mano ha vinto”. E’ questo è accaduto lunedi' scorso, quando il risultato del ballottaggio ha assegnato la vittoria a Salvatore Adduce per 179 voti di vantaggio sul candidato Angelo Tosto. Mi sono congratulato con il vincitore, anche nel corso del Videogiornale di Trm, dove ho chiesto scusa ai telespettatori per aver diffuso notizie che non corrispondevano del tutto al vero. L’atto di scuse personali era doveroso, anche se ho solo provveduto a leggere i dati forniti dalla società Datacontact. Quelli di cui non mi scuso sono i commenti con i quali ho accompagnato l’evento, definendoli “sassolini nella scarpa".
Domenica, 11 Aprile 2010 00:00

POI VEDREMO…

Come era abbastanza facile prevedere, la città di Matera è interessata da un secondo turno di votazioni. A competere sul filo di lana (fatto dalla differenza anche di un solo voto), il candidato del centrosinistra Salvatore Adduce e quello che guida una formazione di liste civiche, Angelo Tosto. I seggi sono oltremodo tranquilli, come potete constatare dal servizio realizzato qualche ora fa, a metà mattinata, di fronte a un plesso scolastico, solitamente sempre affollato.
Giovedì, 08 Aprile 2010 00:00

IL TORTO DEGLI ASSENTI

Appare indispensabile precisare da questa testata che alcune delle affermazioni (riportate fino a ieri in questo giornale, insieme alle precisazioni dei colleghi di Trm, ma presenti nel cosiddetto "storico" delle rubriche) del candidato Salvatore Adduce appaiono inesatte, mentre altre sono fuorvianti e offensive della dignità e della professionalità di coloro che hanno partecipato al confronto. Tanto per incominciare, va detto che mi sembra davvero singolare cercare di offendere l’altrui professionalità facendo ricorso alla presenza di qualche collega giornalista nelle liste elettorali delle precedenti elezioni amministrative, cosa non preclusa agli operatori dell’informazione, almeno mi pare.
Domenica, 04 Aprile 2010 00:00

AMARISSIMI CAVOLI

Non aggiorniamo questa rubrica da tempo, ma non penso che ciò abbia costituito un motivo di angoscia per tutti voi, sicuramente più interessati ad avere notizie fresche e filmati attuali sulle elezioni, che a leggere delle nostre divagazioni. Un commento? Iniziamo dal dato complessivo. E’ inoppugnabile che il centrodestra abbia riportato un successo insperato, specie se si considerano le affermazioni sul filo di lana conseguite in almeno due regioni importanti del Nord. Si consolida in Lombardia, Veneto e Piemonte la forza del centrodestra, anche se è la Lega Nord ad avvantaggiarsene. Un dato che non riusciamo a vedere come realmente preoccupante.
Martedì, 16 Marzo 2010 00:00

CORNETTE INDISCRETE

E’ un continuo, non se ne può più. Pensavamo che i giudici pugliesi (fatta eccezione per i baresi) fossero un tantino diversi dagli altri. Macché, anche loro insistono nel fare il loro mestiere, indagando analizzando i risultati, utilizzando le intercettazioni telefoniche e ambientali e, poi, emettendo, comunicazioni di indagine nei riguardi di soggetti più o meno potenti dell’italico stivale. Dopo Bari (ah, la Daddario!) ora tocca alla storica corte di Trani trovarsi sotto i riflettori della notorietà . Il giudice Carlo Maria Capristo e i suoi pm Michele Ruggiero, Marco D’Agostino, Ettore Cardinali e Fabio Buquicchio sono finiti, indagando su altro, in un “tesoretto” di intercettazioni telefoniche.
Domenica, 14 Marzo 2010 00:00

CIAO MARIA ANTONIETTA

Ci dispiace profondamente, sia perché ci conoscevamo da sempre, ma soprattutto perché chi ha militato in un partito (parliamo dei partiti di una volta, quelli con i valori e le regole, con gli intellettuali e gli operativi, tutti capaci di fare il loro specifico mestiere, ma intercambiabili nei ruoli, dove non si sbagliava la presentazione neanche della lista della spesa, figuratevi quella per le elezioni), finisce per saper riconoscere le qualità degli altri a colpo sicuro, con pochi margini d’errore. Così era Maria Antonietta Pascale, moglie di Angelo Minieri, una conoscenza che vantiamo da tempi davvero lontani, fatti di ricordi di rioni popolari, di giochi d’infanzia e di scoutismo militante. Improvvisamente ci è venuta a mancare, Maria Antonietta.
Domenica, 07 Marzo 2010 00:00

BANANAS

Non c’è che dire, siamo una repubblica eccezionale, un paese che riesce a sopravvivere a tutto, anche al ridicolo. Non c’è altro modo per commentare l’astruseria di un decreto del Governo, emesso per porre rimedio alle cappellate di quelli che abbiamo già definito “sciacqualattughe” e che avevano il compito, svolto da altre migliaia di attivisti di partito in modo puntuale e inappuntabile, di presentare le liste elettorali. Nel tragicomico marasma che si è venuto a creare è spuntata la novità del “decreto interpretativo”...
Giovedì, 04 Marzo 2010 00:00

VERDURE DA LAVARE

Esiste una definizione pisticcese (quelli del “Lucano”, per intenderci) che definisce mirabilmente chi esercita un lavoro al limite dell’utilità. In più, il termine connota in senso negativo la scarsa capacità dell’interessato a svolgere una qualsivoglia mansione che richieda un minimo di attenzione e complessità. Per l’occasione, i pisticcesi (ma la parola che vi svelerò tra poco è, sostanzialmente, di area jonica nelle due delimitazioni territoriali di Basilicata e Calabria) hanno coinvolto il bene acqua, supremo elemento vitale e un notissimo vegetale, principe delle insalate, vale a dire la lattuga. Le persone che rispondono alle caratteristiche di cui innanzi vengono definite “sciacqua lattughe”, meglio ancora se le due parole si fondono.
Venerdì, 26 Febbraio 2010 00:00

…UN LUCANO?

Arriva la campagna elettorale e fioriscono, in ogni dove, gruppi estremisti, sedicenti pattuglie armate per la rivoluzione, brigate combattenti e manipoli di camicie di vario colore. E’ un classico, ci siamo abituati, ma francamente non ci aspettavamo lo spuntare di una formazione di anarchici lucani. Sia chiaro, nessun fenomeno deve essere sottovalutato e le autorità inquirenti faranno bene a prendere sul serio il contenuto della lettera che giorni fa, ha ricevuto il direttore del Quotidiano Paride Leporace, minacciato di morte insieme ad altri colleghi, uomini di chiesa e politici, ai quali va la nostra partecipata solidarietà. Permetteteci, in ogni caso, di esprimere ironicamente un dubbio sull’autenticità del messaggio “funebre”.
Giovedì, 18 Febbraio 2010 00:00

ADDIO KIRA

Si legge di tutto sulla stampa mondiale e le notizie curiose, ormai, tendono ad avere il sopravvento su quelle di una certa rilevanza poltica e sociale. Dalla Russia (con amore?) ci arriva la nuova di Kira, una fidanzata delusa, di 33 anni, dopo essere stata lasciata dal fidanzato, Alik, ha deciso di offrirgli l'ultima cena d'addio. E lui, senza sospettare che la sua ex avesse in mente una vendetta, ha accettato di buon grado. Ma Kira, tra un ricordo dei bei tempi andati e un manicaretto, ha fatto trangugiare al povero Alik quantità industriali di alcool, al punto da metterlo fuori combattimento. E a questo punto gli ha abbassato i pantaloni, ha legato al suo pene dei petardi e ha acceso la miccia.