CONTR-APPUNTI (878)

Venerdì, 25 Gennaio 2008 00:00

RESPINGERE OGNI INTIMIDAZIONE

Volevamo dedicarci alla crisi di governo, apertasi ieri dopo il voto negativo raccolto dal presidente Romano Prodi a Palazzo Madama. In ogni caso, avrete già letto e ascoltato abbastanza sull’epilogo di questo governo che apre la porta a una probabile formazione “tecnica” che avrebbe il compito di varare la riforma elettorale o, caso estremo, allo scioglimento anticipato della legislatura e a nuove elezioni. Ci preme invece riprendere la notizia, trapelata ieri e oggi pubblicata da un solo quotidiano regionale lucano, del “proiettile” (le virgolette sono d’obbligo: si tratta di pallottola, bossolo, munizione completa o cartuccia?) indirizzato al sindaco di Matera Emilio Nicola Buccico.
Martedì, 22 Gennaio 2008 00:00

CHE LECTIO MAGISTRALIS!

L’ha impartita a tutti, quella lectio magistralis che avrebbe dovuto tenere nelle chiuse mura dell’Università La Sapienza di Roma. Nella giornata di ieri Benedetto XVI ha dimostrato di essere un grande. Non solo perché, per i credenti, e il Pontifex, vale a dire colui che crea un ponte tra Dio e noi umani, ma soprattutto perché egli è un uomo di grande cultura e tolleranza. Di fronte a 200mila persone (tra i quali c’erano molti non credenti, accorsi solo per testimoniare con la loro presenza la valenza “laici” e quindi universale del principio della solidarietà) papa Ratzinger ha voluto ribadire quei concetti che avrebbe enunciato nell’aula magna romana.
Mercoledì, 16 Gennaio 2008 00:00

UN' OCCASIONE SPRECATA

Non ci hanno fatto una bella figura. Né i docenti dell’ateneo romano “La Sapienza” (tra l’altro voluto e fondato da un papa) e ancor meno gli studenti che avevano annunciato una manifestazione di protesta per la presenza di Benedetto XVI all’inaugurazione dell’anno accademico, invitato per l’occasione dal Rettore di quell’ateneo. Una ridda di polemiche ha finito per contraddistinguere il susseguirsi delle prese di posizione sul “deprecato” avvenimento, tanto da far decidere alla Santa Sede di declinare l’invito. Restiamo stupiti e interdetti per quello che è accaduto. Addolorati no, ma sicuramente basiti dal comportamento di quei docenti che, in nome di una poco opportuna professione di laicità, hanno opposto il “gran rifiuto”.
Martedì, 15 Gennaio 2008 00:00

LA GOGNA GIUDIZIAL - MEDIATICA

L’opacizzazione dell’immagine della Basilicata crea un forte disorientamento. Come, non eravamo un’isola felice, quasi immune da fenomeni delinquenziali organizzati e non oggetto dell’interesse di mafia, camorra, ‘ndrangheta e quant’altro? Non eravamo la regione con eccelse figure di dirigenti e amministratori? Da noi la politica non aveva altri e alti livelli? Oggi tutto è messo in discussione dai “boatos” che si susseguono e rendono tutto pericolosamente (e forse strumentalmente) confuso. Le recenti notizie di cronaca giudiziaria non fanno che appesantire, come un corpo oltremodo obeso, l’immagine della Basilicata.
Mercoledì, 02 Gennaio 2008 00:00

2008: UNA PALINGENESI

Gli auguri di Natale e di inizio d’anno nuovo sono ormai contraddistinti dal reciproco scambio di Sms via cellulare. Sopravvivono i cartoncini d’augurio dei più raffinati o, data l’inesistenza di costi di stampa e di spedizione, dei rappresentanti politici e istituzionali. L’augurio via etere è contraddistinto dalla disperata ricerca della frase originale a tutti i costi. Così l’anno scorso gli intellettuali (o sedicenti tali) hanno scomodato Paolo Welby o hanno trascritto le frasi che una volta erano contenute in edificanti e istruttivi volumetti dal titolo “Come scrivere bene in italiano”, “La perfetta padrona di casa” o, ancora peggio “Il segretario galante”.
Giovedì, 20 Dicembre 2007 00:00

MEGLIO UN LIBRO

Siamo in pieno clima di regali natalizi, anche se questa fine d’anno si presenta di tasca oltremodo stretta. Non perché i materani siano diventati improvvisamente genovesi, ma perché la crisi sta colpendo davvero tutti e in modo tangibile. La fiaccolata della manifestazione di mercoledì sera, organizzata dal sindacato pensionati della Cgil, ne è una prova eloquente. Come si dice a Roma, quest’anno non c’è trippa per gatti. Se si deve pensare a una strenna, sarà bene farlo regalando libri, un presente sostanzialmente non dispendioso. Mi permetto di suggerire gli autori locali, dal momento che il battage pubblicitario per i titoli di spicco a livello nazionale permette a a tutti voi di decidere per il meglio.
Sabato, 15 Dicembre 2007 00:00

LA BENZINA E U’ SFURTUNAT’

Restiamo in tema, non fosse altro per commentare il dato negativo provocato dallo sciopero degli autotrasportatori, che hanno ottenuto qualcosa e il governo, dal canto suo, una dilazione fino all’anno prossimo. A latere del fatto (ma, in questo, non hanno colpa i camionisti) è deflagrato un altro evento, spiegabilissimo ma ingiustificato. I prezzi dei prodotti alimentari e, in particolare, quello della frutta e degli ortaggi, ha subito una decisa impennata. Alcuni prodotti, come le zucchine, si avviano ad entrare nelle quotazioni della Borsa. Qualcuno, anche a Matera, ha provato a speculare sulla penuria di carburante ed ha provato a vendere la benzina sottobanco, a circa un euro e 69 centesimi al litro. Si era attrezzato, l’incauto, nel garage di casa.
Mercoledì, 12 Dicembre 2007 00:00

LA BENZINA, IL CANE E IL MALVESTITO

Lo sciopero degli autotrasportatori ha finito per mettere in ginocchio l’intera nazione. Un territorio, come quello italiano, dove circa l’ottanta per cento della veicolazione delle merci è assicurato dal trasporto su gomma, non poteva che subire duramente i contraccolpi di questa protesta. Gli animi, come è facile immaginare, si stanno surriscaldando e l’adozione della precettazione (in tardissima serata di ieri) da parte del Governo, fino a ora non ha sortito alcun effetto. Certo, il titolo di oggi della “Nuova del Sud” lascia pensare: “ Senza benzina in tutta la regione”. La beffa della sorte tocca proprio a noialtri lucani, che galleggiamo su di un oceano di petrolio. E’ proprio vero che “u’ cuan’ mozzc’ semp’ u’ strazzat”. Ah, la saggezza dei proverbi!
Lunedì, 10 Dicembre 2007 00:00

CULTURA E COORDINAMENTO

Difficilmente ci troveremo ad esprimere un plauso ad una associazione di categoria. Un sindacato o un’organizzazione di comparto svolge la sua funzione. Vale a dire, tutela e difende gli interessi della categoria. Così è per i metalmeccanici, così è per le organizzazioni padronali, così è stato e sarà per i magistrati e i giornalisti. Quando, però, un’organizzazione riesce a “cabrare” bisogna prenderne atto e salutare positivamente l’iniziativa. E’ stata la Confesercenti di Matera, questa volta, a guadagnarsi un elogio. In un comunicato stampa, firmato dal suo presidente Giovanni Schiuma, i commercianti sostengono di vedere “di buon occhio le i commercianti sostengono di vedere “di buon occhio le iniziative di animazione del centro storico e dei Sassi”.
Mercoledì, 05 Dicembre 2007 00:00

FAUSTO O INFAUSTO?

Sembra di essere tornati indietro nel tempo. Circa dieci anni fa, un governo retto dall’attuale presidente del Consiglio Romano Prodi chiuse la sua esperienza per una rigida presa di posizione di un alleato, l’allora segretario del partito della Rifondazione comunista, Fausto Bertinotti. Le ultime dichiarazioni dello stesso leader, oggi presidente della Camera dei Deputati, hanno riacceso una vivace polemica politica. In una recente intervista al quotidiano “La Repubblica”, Bertinotti ha praticamente avviato le procedure di fallimento del governo Prodi, riaprendo una stagione di contrapposizioni. E’ abbastanza facile immaginare il perché dell’infausto gesto.