CONTR-APPUNTI (878)

Venerdì, 04 Aprile 2008 00:00

COUPS DE THEATRE

In due giorni ne abbiamo visti due, anzi due e mezzo. La medaglia d’oro può essere tranquillamente assegnata a Giuliano Ferrara. Come è cosa a voi arcinota, il capo della lista “Aborto? No, grazie”, recatosi per un comizio in quel di Bologna, è stato fatto oggetto di una nutrita scarica di pomodori e uova, lanciati da un gruppo di contestatori dei centri sociali e della sinistra brada. Le forze politiche, compreso Fausto Bertinotti, hanno condannato il gesto, etichettandolo come una violenza al diritto d’opinione e di parola. Anche “Tex Willer” Sergio Cofferati ha stigmatizzato il comportamento di questi suoi incivili concittadini e, francamente, siamo totalmente d’accordo con la condanna del fatto. Resta il colpo di teatro, ripreso da tutte le televisioni.
Mercoledì, 02 Aprile 2008 00:00

PIU' CHE CENTRO…

Più che centro, è centrale, nel senso della concitazione che si registra nelle stazioni centrali di aeroporti, ferrovie e linee metropolitane. In pochi giorni abbiamo visto nascere altre due formazioni di centro in Basilicata e, si badi, tutte in seno al Consiglio regionale lucano. Dopo la prima gemmazione dalla costola dell’ex Udeur (i Popolari uniti di Tanino Fierro, Antonio Potenza e Gigi Scaglione, impegnati elettoralmente, come ben dice oggi Nino Grasso sulla Nuova del Sud, a battere le campagne casolare per casolare), la seconda “partenogenesi” ha riguardato l’Alleanza dei democratici di centro, formazione annunciata e creata dalla vice presidente (postudeurrina) del Consiglio Rosa Mastrosimone.
Venerdì, 28 Marzo 2008 00:00

NON ABBIAMO PAROLE

Pensavamo di aver visto di tutto, come pensammo quando una testata diffusa in Basilicata lanciò un’accoppiata promozionale “giornale più un pacco di spaghetti”. Pdl e Pd sono riusciti a lasciarci a bocca aperta. Abbiamo visto (e udito) per primo il video e la canzone scritta da un veronese per il Cavaliere, dal titolo “Meno male che Silvio c’è”. Melensa e strappalacrime, a cavallo tra Pappalardo e Cutugno, piena di lavoratori, giovani uomini e donne, tutti presi nell’elogio canoro dell’Uomo di Arcore. Com’era prevedibile, il Pd (per giunta quello di Milano, dove ci sarebbe il cuore pulsante della comunicazione italiana) ha risposto con un “I’m Pd”, nel senso di “ Io sono Pd”, un elogio a Walter sulla notissima musica di Y.M.C.A. dei Village People.
Mercoledì, 26 Marzo 2008 00:00

MORIRE DI LAVORO

E’ davvero una vergogna. Questa nostra nazione continua a battere ogni primato negativo. Secondo le ultime rilevazioni, abbiamo un morto per cause di lavoro ogni tre giorni. La Pasqua è appena passata e questa mattina è toccato di nuovo alla Basilicata risvegliarsi con un lutto. Un operaio della Fiat – Sata di Melfi (si badi, non un manovale di una sconosciuta e piccola impresa edile del Molise o della Basilicata interna, casomai a conduzione semifamiliare e con una scarsa attenzione alle norme di sicurezza, nossignori, si tratta del colosso automobilistico italiano) è morto cadendo da una impalcatura. Qualche settimana una tragedia analoga era stata evitata per un soffio. Il lavoratore, che pendolava dalla vicina Puglia, è precipitato nel vuoto.
Sabato, 22 Marzo 2008 00:00

LADRO SI' MA…

Con efficacia e tempestività la Squadra mobile della questura di Matera ha provveduto all’arresto di un ladro barese che aveva svaligiato l’abitazione di un professionista materano. Seguendo la pista del furto fatto da “esterni” e grazie alla collaborazione dei materni, i poliziotti hanno messo le mani su quello che era stato, già da tempo, soprannominato “il Gatto”. Intorno alla trentina, smilzo ed agile, il Gatto si era guadagnato il soprannome per aver utilizzato, in passato e sui tetti di Milano, un cornicione al sesto piano di un palazzo. Qui da noi aveva operato con destrezza. Dopo essere riuscito a duplicare le chiavi dell’appartamento di un medico della città dei Sassi, impegnato in un convegno a Bari, era penetrato senza danno nel suo appartamento...
Venerdì, 14 Marzo 2008 00:00

PRECARIA? SPOSI MIO FIGLIO

Dite quel che volete, ma il Cavaliere è divertente, almeno per le sue boutades. Non contento dell’inopportuna (non sotto il profilo mediatico, dal momento che tutti i mass media ne hanno parlato, con dovizia di particolari, per almeno due giorni) lacerazione del programma del suo competitor WalterpulloverVeltroni, Berlusconi ne ha combinate altre due. Una riguarda la candidatura dell’ex imprenditore delle acque minerali Ciarrapico, rude scorza di self made man che, dopo aver accettato, ha subito dichiarato di essere fascista. E’ scoppiata la solita polemica, nella quale Fini ha cercato di arginare l’ondata di biasimo antifascista che si è sollevata, salvando il processo di democratizzazione della sua Alleanza nazionale.
Martedì, 04 Marzo 2008 00:00

LAVORO: DOV' E' LA SICUREZZA?

Ancora morti sul lavoro. Un’altra sciagura ha colpito chi vive del prodotto delle proprie braccia. Non è successo lontano. Quattro persone (a cui si è aggiunta una quinta), il titolare di un'azienda e quattro dei suoi dipendenti. sono morti a Molfetta. Sono morti uno dopo l'altro, nel tentativo di salvare i loro compagni. Un episodio drammatico che allunga la tragica lista delle vittime sul lavoro in Italia e che la dice lunga sulle condizioni di sicurezza nei luoghi di lavoro. Teatro della vicenda la Truck Center, una media azienda nella zona industriale di Molfetta che si occupa di autolavaggio e soprattutto del lavaggio di cisterne. Il lavaggio di una cisterna di un camion con l’acido solforico diventa un’evento di morte. Si tratta di un lavoro consueto.
Venerdì, 29 Febbraio 2008 00:00

CICCIO E TORE

Abbiamo rinviato fino a questo momento, ma non potevamo esimerci dal lasciare un commento sul tragico ritrovamento dei corpi dei due fratellini di Gravina in Puglia. Non riusciamo a farlo con il dovuto distacco che dovrebbe accompagnare chi si deve occupare di cronaca, compresa quella di questa natura. Nel tardo pomeriggio di lunedì, mentre fervevano i preparativi per la frusta ricorrenza del festivalone nazionale di Sanremo, la notizia è rimbalzata sulle note di agenzia e nelle televisioni. E’ lacerante pensare a come la sorte abbia imperversato su due ragazzini, Francesco e Salvatore (Ciccio e Tore) Pappalardi, che hanno trovato una morte orribile nella cisterna di quel palazzo abbandonato e non sufficientemente messo in sicurezza.
Venerdì, 22 Febbraio 2008 00:00

IL SOTTOGIACCA DI WALTER VELTRONI

Pensate che si tratti di un provvedimento antiacciacchi? Sarebbe facile definire così, semplicemente, il nuovo vezzo di Walter Veltroni, candidato premier del Partito democratico. La cosa strana è che, almeno fino a oggi, nessuno ha esaminato sotto il profilo mediatico il nuovo look del numero uno del Pd. Si è detto tanto sulle novità di questa campagna elettorale, sul novello fair play che la caratterizza. Si è discettato sulla presunta ingenuità di Veltroni, puntigliosamente smentita da Massimo D’Alema nel corso di una sua conversazione radiofonica condotta dal direttore del Gr1 Antonio Caprarica. Si è indagato sulla valenza esoterica (nel senso etimologico più stretto del termine, vale a dire interiore) del numero dodici.
Martedì, 19 Febbraio 2008 00:00

ALTRO CHE CASINI!

Sembrava che la presa di posizione di “Pierferdi” Casini avrebbe creato insormontabili problemi al Popolo della Libertà ma che, soprattutto, i due leader di centrodestra, Silvio Berlusconi e Gianfranco Fini, avrebbero dovuto temere, al più, le sparate dei leghisti, Borghezio in primis e lo stesso Bossi in secundis. Per ora, almeno, tutto ciò non si è verificato. A ricevere i primi contraccolpi sul fronte delle neonate alleanze è stato il Partito democratico di Walter Veltroni. A tirare calci (in ricordo, forse, di un asinello che lo ha contraddistinto in una ormai lontana campagna elettorale) il solito Antonio Di Pietro. Dopo aver incassato una sorta di apparentamento tecnico dal Pd, ha pensato di incominciare a modo suo.