CULTURALIA (1563)

Mercoledì, 12 Aprile 2017 00:00

"MUSICA NUDA" A MATERA

“Musica Nuda”, il duo composto da Petra Magoni e Ferruccio Spinetti, saranno a Matera oggi, mercoledì 12 aprile, per il concerto “Quam Dilecta”, un’altra straordinaria del Mysterium Festival nella Città dei Sassi. In occasione di “Quam Dilecta”, il prossimo concerto di “Musica Nuda” a Matera, Ferruccio Spinetti dedica un commosso ricordo a Fausto Mesolella, lo storico chitarrista della Piccola Orchestra Avion Travel, musicista prematuramente scomparso il 30 marzo scorso. «Della splendida Città dei Sassi ho un ricordo molto recente: lo scorso 24 febbraio ho suonato, proprio nello stesso Auditorium Gervasio, con gli Avion Travel. È stato uno degli ultimi concerti in sestetto con Fausto Mesolella, quindi il ricordo va immediatamente a lui. In quell'occasione, il pubblico fu molto affettuoso con noi e in tanti mi dissero che sarebbero tornati il 12 aprile per ascoltare Musica Nuda». A Petra Magoni la Città dei Sassi è rimasta nel cuore per motivi più personali: «ho dei ricordi bellissimi di Matera, è stato amore a prima vista ed è stata una delle mete di vacanza; infatti, ho in mente di tornarci presto. È un posto unico al mondo, ogni volta c'è sempre qualcosa da scoprire ed è giusto che sia Patrimonio Unesco dell’Umanità!».

Presentato avantieri al Teatro “Ludovico Quaroni” di La Martella, il 12mo Rapporto Annuale di Federculture “Impresa e Cultura – Creatività, partecipazione, competitività”. All’incontro erano presenti il sindaco Raffaello de Ruggieri, il Presidente del consiglio comunale Angelo Tortorelli, il direttore di Federculture Claudio Bocci, l’Amministratore delegato di Facilitylive Giampiero Lotito, la Dirigente dell’Ufficio Sistemi culturali e Turistici e della Cooperazione internazione della Regione Basilicata Patrizia Minardi, il Responsabile Cultura dell’Anci Vincenzo Santoro e il Manager amministrativo della Fondazione Matera-Basilicata 2019 Giuseppe Romaniello.

Mercoledì, 05 Aprile 2017 10:55

EUROPA 60 PROGETTI PER IL 60°: C'E' MATERA

C'è anche la ristrutturazione della Cattedrale di Matera tra i 60 progetti al centro della campagna di comunicazione realizzata dall’Agenzia per la Coesione Territoriale e dalla Rappresentanza della Commissione Europea in Italia, nell’ambito delle celebrazioni per il 60esimo anniversario della firma dei Trattati di Roma. L'iniziativa "60 progetti per 60 anni", organizzata con la collaborazione di tutte le Autorità di Gestione dei Programmi Operativi Nazionali e Regionali, comprende i progetti più significativi cofinanziati dai Fondi strutturali e di investimento dell’Unione Europea, che raccontano le realizzazioni concrete delle politiche europee in Italia, contribuendo a migliorare la conoscenza e la percezione dell’utilità dei finanziamenti comunitari. Progetti che descrivono realtà territoriali migliorate e necessità dei cittadini soddisfatte, grazie all'intervento delle istituzioni nazionali ed europee. Come la Cattedrale di Matera che...

Domenica, 02 Aprile 2017 07:22

UNA èPIAZZA MERIDIONALE

Lunedì 3 aprile alle ore 18,30, presso Casa Cava a Matera, la Società Filosofica Italiana Lucana Matera, in collaborazione con il Comune di Matera, avrà l’onore di ospitare il prof. Giuseppe Fortuna, Professore emerito di sociologia urbana della facoltà di Urban Studies al Queens College di New York, per il convegno dedicato a “Una piazza meridionale: riflessioni critiche sull'evoluzione di luoghi d'incontri e di racconti”. Sociologo di origini lucane di chiara fama, il prof. Giuseppe Fortuna presenterà il risultato della sua ultima ricerca riguardante la natura e l'evoluzione di un luogo che rappresenta nel nostro contesto culturale un punto di riferimento assoluto, la piazza, spiegando le diverse e complesse dinamiche che la governano.

Per molti è ancora oggi un ricordo spiacevole dei tempi del Liceo Classico, per altri può essere un ottimo spunto per prendere conoscenza di una lingua complessa, ma affascinante. “La Lingua geniale- nove ragioni per amare il greco” un volume edito per i tipi degli Editori Laterza, è stato presentato ieri a Matera, nell’ex ospedale San Rocco, per iniziativa del Comitato Promotore Club Unesco di Matera, della Dante Alighieri cittadina e della Libreria Di Giulio. La Marcolongo, grecista e insegnante di greco, con un passato di “Ghost Writer” per un presidente del Consiglio dei Ministri, ha voluto rendere omaggio a una lingua che molti odiano e pochi conoscono. Ovviamente si tratta del greco antico, dove sono presenti alcuni vocaboli ancora oggi in uso nel greco moderno e in altre lingue europee, dove una “a” ovvero un’Alfa posta davanti a una parola inverte totalmente il senso della parola stessa. E poi le particolari prospettive aperte dal duale (ovvero un’unità inscindibile formata da due componenti) o dall’ottativo.

 

Mercoledì, 29 Marzo 2017 07:09

LA LINGUA GENIALE

Doppio appuntamento materano oggi, mercoledì 29 marzo, per la presentazione del libro “La lingua geniale – 9 ragioni per amare il greco”, di Andrea Marcolongo, edito da Laterza. Il Comitato Promotore per il Club Unesco Matera e il Comitato di Matera della Società Dante Alighieri, in collaborazione con la Libreria Di Giulio ospitano l’autrice, Andrea Marcolongo, alle 18,30 nell’Ex Ospedale di San Rocco e, nella stessa mattinata, nel salone della Casa di Spiritualità Sant’Anna (in un incontro destinato agli allievi del Liceo Classico Duni), a Matera. "La lingua geniale", un piccolo caso editoriale che in soli sei mesi ha destato l'attenzione di lettori e dei media, è stato individuato dai due sodalizi, ancora una volta in armonia e comunione d'intenti dopo le esperienze legate a Dante, come un'occasione di riflessione sulle radici non solo della lingua ma anche del pensiero filosofico e sociologico, laddove il greco è una lingua in cui è proprio il pensiero ad aver dato la forma alle parole.
Martedì, 28 Marzo 2017 00:00

SCUOLA DEL RESTAURO: CORSI A MATERA

La Scuola di Alta Formazione dell’Istituto Superiore per la Conservazione ed il Restauro ha sempre rappresentato un percorso d’eccellenza per chi vuole svolgere la professione di restauratore, riconosciuta dal 2011 con una Laurea Magistrale abilitante. L’insegnamento del restauro era stato fissato fin dalla fondazione dell’Istituto come uno degli scopi da perseguire. Creare una nuova figura professionale di “restauratore scientifico”, svincolata dalla tradizionale formazione di bottega, era uno dei principali obiettivi che Giulio Carlo Argan e Cesare Brandi avevano posto all’interno del progetto dell’Istituto Centrale del Restauro fondato nel 1939.

Giovedì, 23 Marzo 2017 09:48

LE "CRONACHE DELLA DISCORDIA"

Presentato a Matera, nella Biblioteca provinciale, il volume di Francesco Marocco “Cronache della discordia”. Francesco Marocco, già docente di architettura del paesaggio, può essere considerato definitivamente convertito alla scrittura con questo suo secondo romanzo, “Cronache della discordia” edito per i tipi della Mondadori. La storia di Montesole e Paludazzo, due paesi confinanti i cui abitanti si odiano da sempre per motivi quasi dimenticati, diventati grazie alla riforma elettorale del premier Mirko Bazzi un unico paese di nome Fiumesecco, si snoda attraverso vicende pubbliche nazionali, storie personali di rivalse e di odii di campanile, ma anche di amori nascenti e apparentemente impossibili.

Le “Sliding doors” della Sinistra nel Sud Italia. C’è un momento negli anni 70 in cui sembrava che l’alleanza fra la politica, i lavoratori del Nord e del Sud e i movimenti giovanili avrebbe riscattato il Sud dalla povertà, proponendo un modello di sviluppo che faceva leva sulle risorse e le vocazioni del territorio, oltre che sul protagonismo dei suoi abitanti. Ma la porta dello sviluppo non si aprì e il Meridione italiano imboccò un'altra strada. Quali sono i motivi delle mancate promesse? Una risposta a queste domande è contenuta nel libro “Quando la Sinistra ‘amava’ il Mezzogiorno interno e la Basilicata”. L’autore è Mauro Armando Tita, “sociologo di strada”, come egli stesso si definisce. Facendo tesoro dell’esperienza giornalistica maturata presso le redazioni di “Cronache Italiane” e “Il Meridionale” sotto la guida di Pippo Fava, attraverso servizi, inchieste e reportage, Tita ricostruisce le dinamiche socio-politiche che caratterizzano gli anni successivi al boom economico. All’indomani degli anni Sessanta, la Basilicata fa i conti con il fallimento della industrializzazione.

Una delegazione della Camera di commercio di Matera composta dal Presidente Tortorelli e dal Segretario Generale Luigi Boldrin, su invito della Chambre de Commerce et d’Industrie du Tarn ha partecipato ad un incontro organizzato dalle otto camere di commercio transalpine costituenti il network francese di Mirabilia – European network of Unesco Sites, progetto del quale l’Ente camerale materano è capofila a livello nazionale e promotore. La collaborazione con la Chambre de Commerce et d’Industrie du Tarn dura ormai da tempo e ha già visto in passato il concretizzarsi di azioni congiunte con la significativa presenza di operatori turistici francesi alle edizioni della borsa del turismo di Perugia e Lipari nel 2016 e 2017.