CULTURALIA (1647)

Martedì, 10 Febbraio 2009 00:00

LUCI E COLORI NEI SASSI DI MATERA

Dopo otto anni dall’esposizione tenuta nell’aprile 2001 presso la Galleria d’arte Albanese, Athos Faccincani ritorna nella città dei Sassi. L’artista di Peschiera sul Garda - insignito del premio “Personalità europea 2008"' ” lo scorso 16 dicembre in Campidoglio a Roma – ha coltivato sin da ragazzino la sua grande passione per la pittura, sostenuto dal fraterno amico Nantas Salvalaggio, che di lui dice: “la sua ispirazione è fresca, a volte addirittura ingenua: in un’epoca avara di emozioni e di passioni, Faccincani non ha paura di commuoversi e di commuovere, di ridere e di far sorridere”. E lo fa con le sue opere, che hanno riscosso sempre un grande successo nelle innumerevoli mostre tenute in tutta Italia e nel mondo. “È il momento in cui la pittura deve essere pittura e far entrare nella luce, nel sole e nei colori della tela l'uomo e la sua interiorità”, dice Faccicani, traducendo in parole l’ispirazione che lo guida. E che è lo ha inevitabilmente condotto diversi anni fa a Matera, da cui è rimasto irresistibilmente incantato. Tanto che ora le tributa il giusto riconoscimento. La rassegna è stata inaugurata negli spazi es positivi di “Crea che Ricrea”, in via Rosario n° 30/31, nel Sasso Barisano e resterà aperta fino al 22 Febbraio.
Venerdì, 06 Febbraio 2009 00:00

IL CONSERVATORIO NEI BORGHI

Parte una nuova iniziativa del Conservatorio di Matera. I concerti si terranno in modo decentrato nei borghi cittadini, con il primo appuntamento previsto per oggi, 6 Febbraio, in collaborazione con l’associazione Amici del Borgo, a La Martella, nella sala convegni Banca Popolare del Mezzogiorno – Ecopolis alle ore 20.30. Si apre una nuova stagione concertistica con le produzioni del Conservatorio di Musica di Matera “Egidio Romualdo Duni” in collaborazione con il Comune di Matera – affermamo in una nota il direttore Saverio Vizziello e la responsabile del dipartimento di musica d’insieme Loredana Paolicelli - con l’intento di valorizzare i quartieri della nostra città e di diffondere la cultura musicale con la sua storia e ai suoi generi disparati. L’intento divulgativo e sociale si affianca all’intento didattico della nostra Istituzione che vuole sul palco gli studenti, futuri eredi del serio lavoro svolto da tutti i docenti del Conservatorio di Musica di Matera in questi anni. Al centro della nostra attenzione c’è il futuro professionale dei giovani musicisti, bisognosi di esperienza sul campo, per questo il bisogno di progettare una stagione di concerti a loro dedicata. La rassegna concertistica dislocata nei vari quartieri e borghi di Matera e nei Comuni della sua Provincia, prevede organici dal piccolo Ensemble da Camera all’Orchestra. Il progetto coinvolge tutti i Dipartimenti in seno al Conservatorio di Musica.
Mercoledì, 04 Febbraio 2009 00:00

SUL RING L' ELEGANZA DEL RICCIO

Terzo appuntamento per il Ring Letterario organizzato dall'associazione Women's Fiction Festival e dal Circolo Culturale La Scaletta, in collaborazione con la Libreria dell'Arco: in programma oggi, 4 febbraio, alle 18.30, nella sede de La Scaletta (Via Sette Dolori, 10 - Rioni Sassi - Matera), il dibattito su "L'eleganza del riccio", di Muriel Barbery, Edizioni e/o. "L'eleganza del riccio" è stato il caso letterario del 2007 in Francia: ha venduto centinaia di migliaia di copie grazie a un impressionante passaparola e ha vinto il Prix des Libraires assegnato dalle librerie francesi. Il meccanismo del Ring Letterario è quello consueto: due gruppi di persone che hanno letto il testo formano altrettante correnti di pensiero, opposte tra loro e tentano di affermare il proprio orientamento al fine di captare l'interesse del pubblico presente, che al termine del ring può esprimere liberamente un voto di preferenza. Nel corso del dibattito, moderato da un arbitro, sono possibili colpi di scena, come ad esempio il passaggio di un opinionista da un gruppo ad un altro; tutto è condito dalla lettura di brani del testo in esame, e dall'esposizione critica da parte di chiunque desideri prender parte alla discussione. Naturalmente, non è necessario aver letto il libro per prender parte agli incontri del ring.
Martedì, 03 Febbraio 2009 00:00

A MATERA IL TEATRO DEL DISAGIO MENTALE

Teatro, disagio mentale e integrazione sul palco della vita. Oggi, 3 febbraio a Matera, con inizio alle 20,30, Cinefabrica riproporrà, presso la sala cinema “Piccolo Duni’’ in vico XX Settembre lo studio teatrale “Valige scomode ma sognanti” . Il lavoro è stato realizzato a conclusione del percorso di teatro sinergico promosso dal Dipartimento di Salute Mentale - Centro Integrato Polivalente di Serra Rifusa di Matera dell’ Azienda sanitaria di Matera (Asm) e da Progetto Popolare cooperativa sociale. Il laboratorio teatrale rivolto agli utenti del Centro Integrato Polivalente di Serra Rifusa e del Progetto Popolare cooperativa sociale, è stato condotto da Andrea Santantonio, che ha curato anche la regia dello studio teatrale “Valige scomode ma sognanti”, proposto nel dicembre scorso, è uno studio teatrale portato in scena da “persone disagiate” con l’intento di scrollarsi di dosso la tanta polvere accumulata nel corso degli anni. Le valige scomode, accantonate e dimenticate in sgabuzzini polverosi, sono aperte con attenzione ma senza paura per far uscire vite e storie degne di essere vissute e raccontate. Il percorso laboratoriale, iniziato a febbraio 2008, ha riscosso notevoli riscontri positivi sia da parte degli utenti del laboratorio sia da parte degli operatori coinvolti nel progetto.
Domenica, 01 Febbraio 2009 00:00

PREMIO DI FOTOGRAFIA "VIAGGIO IN BASILICATA"

Annalisa Cimmino, Marcello Mantegazza e Giulio Aspettati sono i vincitori della terza edizione del premio internazionale di fotografia “Viaggio in Basilicata”, istituito dal Consiglio regionale della Basilicata, sotto l’alto patrocinio del Parlamento europeo. La proclamazione è avvenuta durante una manifestazione che si è svolta ieri nella sede del museo provinciale di Potenza. Ai tre vincitori del premio, dedicato al tema “Il dialogo interculturale: la percezione dell’altro”, il presidente del Consiglio regionale Prospero De Franchi ha rivolto parole di apprezzamento “per i lavori realizzati, che hanno affrontato il tema dell’alterità da diverse prospettive, e che parlano della fotografia stessa, del suo valore documentale ed artistico”. De Franchi si è inoltre soffermato sulle ragioni che hanno spinto il Consiglio regionale ad organizzare “un progetto nato nel 2004 con precisi intenti: costruire, in regione, la cultura della foto come vero e proprio linguaggio artistico e promuovere l’identità della terra lucana. Una iniziativa che va rafforzandosi nel tempo grazie alle positive collaborazioni attuate con la Fondazione italiana della Fotografia di Torino, la Scuola Superiore di fotografia di Vevey della Svizzera, l’Università di Westminster, in Gran Bretagna e che quest’anno si è avvalsa dell’alto patrocinio del Parlamento europeo. Un premio – ha concluso il presidente - che dà lustro alla nostra regione.
Venerdì, 30 Gennaio 2009 00:00

DOMENICO RAMBELLI AL MUSMA

Domenica scorsa, nelle sale del MUSMA. Museo della Scultura Contemporanea. Matera, è stata inaugurata la mostra antologica di Domenico Rambelli che continua il programma di rilettura della scultura del Novecento iniziato nell’ottobre 2006. L’esposizione, a cura di Giuseppe Appella, comprende 10 sculture (tra queste: L’incurabile, 1905; Ritratto di Francesco Beltramelli, 1908; Autoritratto, 1920; Popolana che canta, 1922; Il fante morente, 1925-1927, coll. MUSMA; Busto di Franco Ciarlantini, 1926; Myrtia Ciarlantini, 1929; Ritratto di Minto Ghirlandi, 1960) e 50 disegni datati 1905-1960, oltre a un ricco apparato di immagini e documenti, spesso inediti, che mettono in evidenza il lungo percorso espressivo dello scultore faentino e l’impegno profuso nella realizzazione di monumenti sottratti alla retorica fino a quel momento evidente nelle piazze e nei cimiteri di tutta Italia. Scrive Rambelli: “Questi monumenti hanno provocato grande rumore a causa di una ricerca di forma larga e piena che tende ritrovare lo smarrito senso dello statuario monumentale che regge lo spazio”.
Giovedì, 29 Gennaio 2009 00:00

A MATERA IL LIBRO DI STEFANO BENNI E CONCERTO

Si terrà oggi giovedì, 29 gennaio, alle ore 18.30, nella Sala Levi di Palazzo Lanfranchi di Matera, l'incontro con l'autore, Stefano Benni Lo scrittore presenterà, in esclusiva per la Basilicata, l' opera: "La Grammatica di Dio."(Giangiacomo Feltrinelli Editore). Ad introdurre i lavori sarà Luciano Aprile. L'evento è promosso dall'associazione Women's Fiction Festival e da Le Monacelle Cultura, patrocinato dall'Amministrazione Comunale di Matera e dalla Soprintendenza Psae, con la collaborazione di MTCom e della Libreria dell'Arco. L'iniziativa - dichiara Giovanni Moliterni, socio del WFF- è stata organizzata coinvolgendo le scuole e gli studenti della Scuola Media "N. Festa" e del Liceo ginnasio "E. Duni" di Matera. Gli allievi, guidati dagli insegnanti, hanno affrontato letture guidate delle opere dell'autore e prodotto recensioni e interventi da sottoporre allo scrittore. Sempre stasera, alle ore 21.00, a Matera, nell'Auditorium " R.Gervasio" di piazza del Sedile, appuntamento con l'orchestra Ico della Magna Grecia. Il Direttore Principale dell’orchestra, Luis Bacalov dirigerà il concerto che vedrà l’orchestra suonare insieme al quartetto di chitarre “Leonardo”
L’Assessorato alla Formazione della Provincia di Matera prosegue la sua attività. Tra i vari progetti in corso il team provinciale, guidato dall’assessore al ramo Pasquina Bona, ha già pubblicato i bandi sulla formazione di tre figure professionali: mediatore culturale, addetto alla lavorazione della ceramica e animatore turistico. “Tutti gli interventi formativi sono progettati e calibrati – ha dichiarato l’assessore provinciale alla Formazione Pasquina Bona - sulle esigenze di sviluppo del territorio. Un progresso economico, sociale e culturale che si muove lungo le direttrici dell’artigianato, patrimonio tradizionale di grande rilevanza storica per tutta la regione, del turismo, leva strategica per il successo del Materano non ultimo, dell’integrazione, chiave di volta per la piena realizzazione di una comunità socio economica democratica.” “La presenza di numerosi immigrati nel nostro territorio – ha proseguito l’assessore – ha prodotto una urgenza da cui non possiamo più prescindere: la professionalizzazione del mediatore culturale. Proprio perché un lavoro di mediazione è un fenomeno dinamico e non statico, il mediatore culturale rivela le sue competenze solo se adeguatamente formato. C’è bisogno, infatti, di mediatori culturali professionisti che, consapevoli del proprio ruolo, siano in grado di instaurare una fitta rete di relazioni e contatti con i vari enti che regolano lo svolgimento sociale giuridico e lavorativo.
Nella serata di oggi venerdì 23 Gennaio alle ore 21:00, presso l’Auditorium Gervasio del Conservatorio di Musica E. R. Duni di Matera, appuntamento con la stagione concertistica dell’Orchestra Ico della Magna Grecia. Sul palco lo spettacolo “Cabaret musicale…da Bach ai Queen!”, con il gruppo Mnozil Brass. L’attività di questi poliedrici musicisti è cominciata nel 1992 a Vienna, nella taverna di Josef Mnozil e circola ora nei maggiori circuiti concertistici di tutto il mondo, con oltre 120 concerti all’anno. “Suoniamo per tutta la gente, affrontiamo ogni sfida, per noi non c’è nessun tono troppo alto, n essun labbro troppo caldo e nessuna musica inferiore. Continuano “I Venerdì Culturali di Presenza Lucana” con un incontro della cartella “Storie del Sud” dal titolo: Brigantesse – Donne guerrigliere contro la conquista del Sud (1860-1870), testo di Valentino Romano, giornalista e storico sul brigantaggio. “Il tema dell’appuntamento – si legge in un comunicato stampa di Presenza Lucana - è legato ad un periodo buio della storia d’Italia, quello del brigantaggio che è stato “ignorato”, per lungo tempo, dalla storia. Solo da alcuni decenni si è iniziato a parlare, anche, delle donne dei briganti. Oggi, 23 Gennaio,alle ore 18.45, nel piccolo salone di Via Veneto 106/a, a Taranto.
Questa sera, nella Parrocchia dei Santi Pietro e Paolo, A Matera, sarà presentata la nuova edizione del libro sulla storia e l'arte di San Pietro Caveoso, a cura di Mauro Padula e Camilla Motta. L'appuntamento è nella chiesa di San Pietro Caveoso, Sasso Caveoso, a partire dalle 18,30."San Pietro Caveoso ha ripreso vita nella sua struttura architettonica e logistica e nell'attività pastorale. Ma questo ha un passato che doveva essere messo in luce...". Prof. Antonio Barruffo S.J. preside Emerito della Pontificia Facoltà Teologica dell'Italia Meridionale - Napoli. Interverranno: Prof. Francesco Panarelli (Università della Basilicata) e Prof. Donato Giordano O.S.B. (Facoltà Teologica Pugliese). “Le tradizioni popolari e culturali sono un elemento fondamentale per rafforzare l’identità culturale regionale, saldamente ancorata sulla roccia della storia, sulle tradizioni, su un sistema interconnettivo di saperi e conoscenze”. E’ quanto sostiene l’Assessore regionale alla Formazione-Lavoro-Cultura, Antonio Autilio, che ha partecipato a San Mauro Forte alla Sagra dei Campanacci. “Quello di San Mauro Forte, insieme all’iniziativa di Tricarico – afferma l’assessore – rappresenta una delle più antiche tradizioni del Carnevale delle comunità rurali della nostra regione, riti a metà strada tra le credenze popolari e la fede religiosa, che vanno non solo salvaguardate ma maggiormente valorizzate.