Martedì, 23 Ottobre 2007 00:00

TUTTE PRIME DONNE

Mi sembra ancora una volta singolare che il consigliere comunale Francesco Bianchi, forse su ispirazione di altri (data la mobilitazione immediata di una senatrice e di una deputata di Rifondazione comunista, tutte e due lucane), dichiari pubblicamente che non gli sembra opportuno l’eventuale assunzione del ruolo di difensore da parte del sindaco di Matera Emilio Nicola Buccico, di alcuni dei presunti stupratori della ragazzina quindicenne. Il fattaccio, come si sa, è avvenuto a Matera durante l’estate e ha suscitato grande scalpore e indignazione. I quattro presunti stupratori sono stati identificati grazie alle indicazioni della giovane minorenne e per due sono scattati gli arresti domiciliari.
TUTTE PRIME DONNE
 
Mi sembra ancora una volta singolare che il consigliere comunale Francesco Bianchi, forse su ispirazione di altri (data la mobilitazione immediata di una senatrice e di una deputata di Rifondazione comunista, tutte e due lucane), dichiari pubblicamente che non gli sembra opportuno l’eventuale assunzione del ruolo di difensore da parte del sindaco di Matera Emilio Nicola Buccico, di alcuni dei presunti stupratori della ragazzina quindicenne. Il fattaccio, come si sa, è avvenuto a Matera durante l’estate e ha suscitato grande scalpore e indignazione. I quattro presunti stupratori sono stati identificati grazie alle indicazioni della giovane minorenne e per due sono scattati gli arresti domiciliari. Per altri due l’obbligo giornaliero della firma davanti alle autorità di pubblica sicurezza. I due provvedimenti del giudice, per ora, la dicono lunga sull’entità delle prove e degli indizi raccolti. Toccherà al giudice pronunciarsi e, solo dopo una sentenza passata in giudicato, potremo definirli colpevoli oppure no. Tutto ciò fa parte delle garanzie costituzionali previste per ogni cittadino, come il suo sacrosanto e inalienabile diritto alla difesa. E che ad assumerla sia il sindaco di Matera, (come del resto ha fatto per altre vicende giudiziarie il precedente sindaco, Michele Porcari, anche lui avvocato) non mi sembra che comprometta alcunché. Dice Bianchi” ci sono ragioni di opportunità”.Non sarebbe stato più opportuno che Bianchi si fosse dedicato sollevare altri interrogativi, come quelli relativi alla gestione del Comune di Matera? Macché, siamo circondati da prime donne…
Letto 418 volte