Mercoledì, 02 Aprile 2008 00:00

I LAVORI DEL CONSIGLIO REGIONALE LUCANO

Dedicata all’attività ispettiva la prima parte dei lavori del Consiglio regionale della Basilicata, riunitosi ieri in seduta ordinaria. La presidente dell’Assemblea, Maria Antezza, ha dato comunicazione all’aula che i consiglieri De Franchi, Carelli e Mollica hanno formato un nuovo gruppo consiliare denominato “Centro Popolare” e che contestualmente hanno revocato l'adesione ai precedenti gruppi di appartenenza. L’assemblea ha poi ascoltato una comunicazione del presidente della Giunta regionale, Vito De Filippo, sull’attuazione della legge regionale 27 del 2007 riguardante la sicurezza e la prevenzione degli infortuni. La richiesta di iscrivere l’argomento all’ordine del giorno della seduta odierna era stata avanzata dai consiglieri Simonetti e Nardiello.
I LAVORI DEL CONSIGLIO REGIONALE LUCANO
Dedicata all’attività ispettiva la prima parte dei lavori del Consiglio regionale della Basilicata, riunitosi ieri in seduta ordinaria. La presidente dell’Assemblea, Maria Antezza, ha dato comunicazione all’Aula che i consiglieri De Franchi, Carelli e Mollica hanno formato un nuovo gruppo consiliare denominato “Centro Popolare” e che contestualmente hanno revocato la loro adesione ai precedenti gruppi di appartenenza. L’Assemblea ha poi ascoltato una comunicazione del presidente della Giunta regionale, Vito De Filippo, sull’attuazione della legge regionale 27 del 2007 riguardante la sicurezza e la prevenzione degli infortuni. La richiesta di iscrivere l’argomento all’ordine del giorno della seduta odierna era stata avanzata dai consiglieri regionali Simonetti (Prc) e Nardiello (Pdci) dopo la morte dell’operaio Domenico Monopoli, deceduto in seguito ad un incidente verificatosi presso lo stabilimento di Melfi della Sata. La legge regionale sul monitoraggio del fenomeno infortunistico e sulle misure per la prevenzione degli incidenti sul lavoro "é un provvedimento che segna un cambiamento" e in Basilicata "il fenomeno è in leggera decrescita", con il cinque per cento di casi in meno, nel 2007, rispetto all'anno precedente. Lo ha detto, il presidente della Giunta regionale della Basilicata, Vito De Filippo che ha poi spiegato come, dopo l'approvazione in Consiglio della legge, il 12 dicembre dello scorso anno, è stato istituito l'Osservatorio regionale per gli infortuni e le malattie professionali e, con una delibera di Giunta, è stato approvato il documento sugli obiettivi di salute e di programmazione economica e finanziaria delle aziende sanitarie della regione Basilicata per il 2008 e il 2009. Il presidente della Giunta regionale ha poi fornito alcuni dati: in Basilicata, nel 2006, gli infortuni denunciati sono stati 6.833 di cui 4.547 in provincia di Potenza e 2.286 in quella di Matera. L'anno successivo, invece, il numero degli incidenti è diminuito a 6.494 casi, con un calo del 4,3 per cento a Potenza del 6,3 a Matera. "Avere a disposizione - ha concluso De Filippo - una legge regionale, come esiste in pochi posti in Italia, è stato un interessante e sensibile intervento di tipo istituzionale che rendere complementare all'iniziativa nazionale. I due interventi non si devono sovrapporre - ha concluso - ma devono poter produrre sinergie".E’ seguito un dibattito nel corso del quale sono intervenuti i consiglieri Simonetti (Prc), Digilio (An), Straziuso (Pd), Mattia (Fi), Mollica (Cp), Ruggiero (Udc), Salvatore (L’Unione). Successivamente, in sede di votazione per la designazione di un rappresentante in seno alla Commissione mista conciliativa presso l’Asl 3 di Lagonegro, la presidente Antezza, constatata la mancanza del numero legale, ha aggiornato la seduta a venerdì prossimo.
 
Letto 139 volte