Giovedì, 27 Marzo 2008 00:00

INCIDENTE DI MELFI: PARLA LA FIAT

"Siamo profondamente addolorati per la scomparsa in un terribile incidente di Domenico Monopoli, una persona che era apprezzata da tutti per le sue doti umane e professionali". Lo afferma la FIAT in un comunicato sull'incidente mortale avvenuto stanotte nello stabilimento di Melfi, nel quale esprime "le più sentite condoglianze alla famiglia alla quale è e resterà vicina". "Monopoli lavorava alla Sata di Melfi - ricorda la Fiat - fin dall'avvio dello stabilimento nel 1992 e aveva quindi maturato una grande esperienza. Restiamo in attesa dei risultati dell'inchiesta avviata dalla Procura della Repubblica di Potenza per conoscere le cause e la dinamica dell'incidente che, per quanto risulta, non sono dovute a carenze del sistema di sicurezza aziendale.
INCIDENTE DI MELFI: PARLA LA FIAT
"Siamo profondamente addolorati per la scomparsa in un terribile incidente di Domenico Monopoli, una persona che era apprezzata da tutti per le sue doti umane e professionali". Lo afferma la FIAT in un comunicato sull'incidente mortale avvenuto stanotte nello stabilimento di Melfi, nel quale esprime "le più sentite condoglianze alla famiglia alla quale è e resterà vicina". "Monopoli lavorava alla Sata di Melfi - ricorda la Fiat - fin dall'avvio dello stabilimento nel 1992 e aveva quindi maturato una grande esperienza. Restiamo in attesa dei risultati dell'inchiesta avviata dalla Procura della Repubblica di Potenza per conoscere le cause e la dinamica dell'incidente che, per quanto risulta dalle nostre prime indagini interne, non sono dovute a carenze del sistema di sicurezza aziendale, ma riconducibili ad un fatto imprevedibile". "La prevenzione dei rischi e la sicurezza dei lavoratori sono per la Fiat assolutamente prioritari - afferma l'azienda - e per raggiungere questo scopo investiamo ogni anno ingenti risorse finanziarie per la formazione del personale e per l'aggiornamento degli impianti. Alcune dichiarazioni rilasciate senza conoscenza dei fatti, in un momento cosi drammatico, sono soltanto strumentali e non danno nessun contributo concreto".
Letto 171 volte