Martedì, 20 Settembre 2022 08:51

"CANDIDATI, PARLATE DELLA SANITA' LUCANA"

"Un confronto trasparente con tutti i candidati alle prossime elezioni politiche". In pagina la nota integrale.

"In questa ultima settimana di campagna elettorale, l’Unità di Crisi Sanitaria Basilicata ha organizzato una serie di brevi dibattiti web che avranno come tema l’emergenza sanitaria che ha colpito la nostra regione successivamente al blocco delle risorse economiche alle strutture private accreditate e le sue possibili immediate soluzioni. Ai confronti online, che verranno pubblicati successivamente sui social del comitato di emergenza, parteciperà un candidato alle prossime elezioni politiche, un moderatore/giornalista e il portavoce dell’Unità di Crisi. Durante gli incontri, ogni candidato avrà modo di esprimere la propria opinione e le proprie posizioni rispetto al tema, offrendo ai cittadini spunti di riflessione e informazioni utili all’esercizio del diritto di voto. L’iniziativa è solo una delle tante che l’Unità di Crisi Sanitaria sta portando avanti dai primi di agosto. La manifestazione di protesta avvenuta la scorsa settimana di fronte alla Regione Basilicata e che ha portato il Consiglio regionale ad approvare all’unanimità una risoluzione che impegna la Giunta regionale a utilizzare una task force dedicata per la risoluzione della questione, è solo una tappa di un percorso complesso e tortuoso. Percorso ricco di ostacoli e di insidie. Le strutture del comitato di emergenza sanitaria, ora più che mai, pongono le loro aspettative affinché tutto possa risolversi nel minor tempo possibile, nelle mani del Presidente Bardi e dell’assessore Fanelli. Entrambi hanno dato la loro garanzia affinché la task force possa operare senza nessun inquinamento. Senza la subdola intromissione quindi, di quegli stessi soggetti che sono gli artefici del disastro che questa emergenza sta comportando. La situazione in cui versa la sanità lucana, con la grande problematica dei “tetti di spesa” alle strutture private, la conseguente crisi occupazionale dei dipendenti di queste strutture, e le ulteriori conseguenze dirette ai pazienti che a loro si rivolgono (a causa delle infinite liste d’attesa) è frutto di scellerate scelte. Decisioni che bypassano la politica e che provengono direttamente dagli uffici regionali e da una malaburocrazia che danneggia giorno dopo giorno la nostra regione e i suoi cittadini. Per questo l’Unità di Crisi Sanitaria Basilicata sta portando avanti con forza e determinazione le proprie rimostranze e ragioni. Il confronto con i candidati alle prossime elezioni politiche diventa un altro canale per metterle in primo piano e per aprire ulteriormente il dibattito.

Letto 6 volte