Lunedì, 15 Agosto 2022 10:41

GAS GRATIS AI LUCANI: APPROVATA LA LEGGE

"La Basilicata potrebbe essere l'unica regione d'Italia a non subire la stangata derivante dall'aumento del gas che travolgerà l'Europa...

...con effetti che oggi nemmeno immaginiamo. Pensare alle prossime elezioni e non al futuro dei cittadini è un calcolo che non possiamo permetterci": lo ha detto il presidente della Regione Basilicata, Vito Bardi, durate il suo intervento nella riunione del consiglio regionale che si è tenuta due giorni fa a Potenza. La riunione del Consiglio regionale della Basilicata, convocata in seduta straordinaria, ha avuto come primo punto all'ordine del giorno l'approvazione del disegno di legge su "misure regionali di compensazione ambientale per transizione energetica e ripopolamento territorio lucano". "La legge di cui oggi propongo l'approvazione - ha detto il presidente della Giunta Vito Bardi - ha come obiettivo quello di intervenire subito, con provvedimenti concreti, a sostegno dei cittadini lucani, in considerazione delle estreme difficoltà con cui si preannuncia il prossimo autunno, caratterizzato da una forte crisi inflattiva e un incremento notevolissimo dei costi energetici, il tutto - ha spiegato il governatore della Basilicata - aggravato in Basilicata da una gravissima crisi industriale ed occupazionale originata dalle scelte industriali di Stellantis". Bardi si è rivolto a tutti i componenti del consiglio invitandoli a "dare un segnale di responsabilità verso i nostri concittadini", per fare in modo che la legge non diventi "oggetto di campagna elettorale. Approviamo subito la legge per dare a tutti i lucani il gas gratis in bolletta", ha detto il presidente.  "Sono questi ed altri i motivi che mi spingono a chiedere al consiglio di adottare immediatamente questa legge - ha evidenziato Bardi - nella consapevolezza che i nostri cittadini attendono una risposta in termini di sostegno urgente che, solo in questo modo, è possibile soddisfare. Tutte le altre considerazioni relative alla retorica del 'c'è dell'altro da fare' o 'si potrebbe fare meglio studiando ancora' tradiscono il bisogno concreto, urgente e drammatico dei nostri cittadini ed appartengono solo alla speculazione elettorale", ha concluso Bardi. (ANSA).

Letto 19 volte