Stampa questa pagina
Venerdì, 06 Maggio 2022 07:20

"BECCATI" I FURBI DELL'iVA

Acquistava auto all’estero per rivenderle in Italia, riuscendo a bypassare il pagamento dell’Iva all’atto della nazionalizzazione dei mezzi.

Un sistema illegale messo su da un rivenditore di auto di Pietropertosa, nella provincia di Potenza, e che vede coinvolti altri tre imprenditori: di Modugno, in provincia di Bari, di Rossano (Cosenza) e di Eboli (Salerno). Secondo l’accusa, la frode all’Iva su auto provenienti da Paesi dell’Unione europea, è stata attuata ‘con fittizia schermatura contabile di imprese dislocate’ in Calabria, Campania e Puglia (da trmtv.it- Alessandra Martellotti). 

Letto 45 volte

Video