Martedì, 19 Ottobre 2021 09:58

CUCURBITACEE E CEROTTI

Giornata importante, quella odierna.  Settantotto anni fa un ricercatore Usa riuscì a scoprire il principio attivo della streptomicina.

La streptomicina fu isolata inizialmente nel'ottobre del 1943, da Albert Schatz, nel laboratorio di Selman Abraham Waksman alla Rutgers University, nel New Jersey. Waksman e i suoi colleghi scoprirono diversi antibiotici, inclusi l'actinomicina, la clavacina, la streptotricina, la griseina, la neomicina, la fradicina, la candicina e la candidina. Di questi, la streptomicina e la neomicina furono quelli che andarono incontro a più estesi usi nel trattamento di numerose infezioni. La streptomicina fu uno dei primi a essere usati contro la tubercolosi e non solo. Chi ha una certa età sicuramente ricorderà uno strano flaconcino di plastica, di forma ovale, che conteneva una polvere disinfettante e cicatrizzante di nome "Streptosyl" a base, appunto, di streptomicina. Nessuno protestò, all'epoca, per l'uso comune che si faceva del preparato. Nessuna manifestazione, nessun corteo, nessun pretesto per assaltare qualche sede sindacale o governativa. Che nazione strana, era allora l'Italia. I cittadini, appena usciti dalle devastazioni della seconda guerra mondiale, avevano una devozione fideistica nei riguardi dei medicinali, in ispecie di quelli americani. Avevamo anche il Partito dell'Uomo qualunque, ma non avevamo Meloni o Salvini. La prima era al massimo il nome di una gradevole cucurbitacea  e il secondo, tutt' al più,  ricordava un cerotto medicato. Meditate, gente, meditate...

Letto 15 volte