Sabato, 01 Maggio 2021 09:55

FURBETTI DEL VACCINO: A BARI INTERROGATI IN 27

“Non avrei fatto il vaccino se non mi avessero chiamato".

"Quel giorno era avanzata una dose e gli operatori sanitari, che avevano già cercato altre persone alle quali somministrarla, se io non avessi accettato sarebbero stati costretti a buttarla”. E’ quanto ribadito da Raimondo Innamorato, sindaco pentastellato di Noicattaro, nel Barese, dopo essere stato interrogato in qualità di indagato nell’inchiesta sui presunti “furbetti” dei vaccini, in Procura a Bari. Innamorato, che aveva già spiegato la vicenda quando scoppiò la polemica mediatica e politica sulla sua vaccinazione “fuori elenco”, il 6 gennaio scorso, in una fase in cui le dosi erano riservate a personale sanitario ed Rsa, ha ripetuto i fatti ai magistrati" (da trmtv.it-Nicole Cascione).

 

 

Letto 59 volte

Video