Venerdì, 12 Marzo 2021 08:55

LE CONDANNE DI "PETROLGATE"

“Un segnale importante per la tutela dell’ambiente, bisogna tutelare la libertà d’impresa, ma è necessaria che questa si svolga nel rispetto delle norme e nella tutela della salute dei cittadini e dell’ambiente”.

Così la PM Laura Triassi, a margine della sentenza di primo grado del processo Petrolgate presso il Tribunale di Potenza, che ha visto la società petrolifera Eni condannata per il traffico illecito di rifiuti nel Centro Olio di Viggiano. Attualmente Procuratore capo a Nola, la Triassi ha seguito l’inchiesta nata nel 2016 sulle estrazioni di greggio lucane, dove l’accusa formulò responsabilità nello smaltimento dei rifiuti prodotti nel polo della Val d’Agri con risparmi per il cane a sei zampe di circa 44 mln di euro, cifra che dovrà ora essere risarcita escludendo i costi sostenuti nel frattempo per adeguare gli impianti (da trmtv.it-Nico Basile).

 

Letto 13 volte

Video