Martedì, 01 Dicembre 2020 09:00

LA QUALITA' DELLA VITA IN BASILICATA E PUGLIA

Basilicata in zona verde, Puglia in zona rosso-blu. Non è l’effetto di un nuovo Dpcm del governo, ma la suddivisione operata dal quotidiano Italia Oggi...

...per definire visivamente le condizioni delle province italiane – dove il verde sta per “accettabile” il rosso per “scarsa” e il blu per “insufficiente” – nella sua 22esima indagine sulla Qualità della Vita redatta con la collaborazione del dipartimento di scienze sociali ed economiche dell’Università La Sapienza di Roma. “La metodologia utilizzata nella ricerca” tengono a specificare nell’articolo a corredo delle infografiche “sembra essere stata in grado di cogliere immediatamente almeno gli effetti diretti della pandemia”. La ricerca quest’anno si avvale dei recentissimi dati Istat (resi disponibili il 12 ottobre scorso), sul numero dei decessi nei primi otto mesi dell’anno, comune per comune. La classifica risulta così essere più “sensibile” in quelle province maggiormente colpite dalla prima ondata della pandemia: e infatti perdono più posizioni. Per gli impatti più prettamente economici però sarà necessario attendere le misurazioni future. Fatta questa doverosa premessa vediamo i dettagli. Le posizioni di vertice sono occupate dalla provincia di Pordenone (al primo posto con mille punti) e di Foggia con zero all’ultimo (107). Il dato di rilievo riguarda il capoluogo lucano, enfatizzato per ovvie ragioni dal capo politico della Lega, Matteo Salvini (“È la conferma del buongoverno locale di cui andiamo orgogliosi”) dal momento che Potenza (e provincia) fanno un balzo in avanti di ben 28 posizioni, attestandosi al 41esimo mentre l’anno scorso era al 69esimo posto. L’altra provincia lucana figura più in basso, Matera sale in posizione 54 rispetto alla precedente rilevazione che la vedeva in 70esima. Per trovare le prime province pugliesi, secondo la classifica di Italia Oggi occorre sbirciare le posizioni basse dove c’è sul gradino numero 86 quella di Lecce (nel 2019 era al numero 81) seguita da quella di Bari che invece rispetto all’anno scorso di posizioni ne guadagna due e sale all’88esimo posto. In 89esima posizione, c’è la provincia di Brindisi che di posti in graduatoria rispetto al 2019 ne perde due. Taranto invece precipita alla 94 (mentre l’anno scorso era all’89esimo posto) seguita dalla Bat che rispetto alla rilevazione dello scorso anno sale di un gradino e si ferma al 98esimo. Come detto è la provincia di Foggia a chiudere la classifica, ultima provincia d’Italia per qualità della vita (da trmtv.it-Donato Mola).

Letto 26 volte

Editoriale

L'intervista

Speciale

Culturalia

Politica

Contr-appunti

Attualità

Cronaca

Obbiettivo su

Varie