Domenica, 10 Maggio 2020 15:59

MATERA DISCARICA: UN'INTERROGAZIONE URGENTE

 Una interrogazione urgente sulla bonifica della discarica rifiuti di Matera è stata presentata, oggi, dai consiglieri comunali materani Paolo Manicone e Antonio Sansone.

IL TESTO

 Premesso che:

1. Il Consiglio Comunale di Matera ha in più di una seduta discusso in merito all’urgenza di intervenire nella bonifica e risanamento della discarica sita a La Martella, volta al superamento della procedura di infrazione comunitaria;

 2. La Corte di Giustizia Europea ha condannato l’Italia con Sentenza del 21 Marzo 2019 al pagamento delle spese legali per non aver adempiuto alla direttiva 1999/31/CE relativa alla gestione delle discariche e che ad oggi non è possibile determinare con certezza l’ammontare esatto delle sanzioni pecuniarie che verranno comminate, il cui esborso determinerà con certezza, un danno erariale;

 3. I rifiuti da anni vengono conferiti in altri impianti con alti costi per la comunità (TARI);

 4. La Regione Basilicata ha nominato un commissario ad acta, l’ing. Margiotta, per l’esecuzione degli interventi volti al superamento della predetta procedura di infrazione, che impone la realizzazione di lavori di risanamento e bonifica della Discarica, per la quale sono state individuate le risorse, stimate in 10,5 milioni di euro;

 5. Invitalia ha aggiudicato i “Servizi tecnici di architettura e ingegneria per la redazione del progetto definitivo e del progetto esecutivo, nonché per la direzione lavori e il coordinamento della sicurezza, procedura che consente all’intervento di poter essere messo a gara;

 Rilevato che:

1. Dagli uffici preposti non sono stati predisposti gli atti relativi agli interventi di bonifica della Discarica de La Martella, i quali non sono stati inseriti nel Piano Triennale dei lavori pubblici 2020-2022, procedimento propedeutico all’appalto degli stessi;

Considerato che :

1. La Giunta Regionale di Basilicata ha poi approvato la scheda "Interventi di chiusura e messa in sicurezza dei settori di discarica della piattaforma gestione rifiuti di località La Martella del comune di Matera" per ulteriori 3,00 milioni di euro a valere sul Patto per lo Sviluppo della Regione Basilicata – FSC 2014-2020;

 2. la Giunta Regionale di Basilicata, nell'ambito della procedura negoziale di cui alla D.G.R. n. 628/2017 (es.m.i.), ha ritenuto di individuare le ulteriori risorse economiche necessarie per la realizzazione di tutti quegli interventi per il superamento dalla richiamata procedura di infrazione, pari a 4,55 milioni di euro a valere sulle risorse del PO FESR Basilicata 2014-2020 e dell'FSC 2014-2020 (Patto per lo Sviluppo della Regione Basilicata);

3. Il totale delle risorse già disponibili per la realizzazione dei lavori di bonifica della Discarica de La Martella ammontano, quindi a 10.5 Milioni di Euro;

 4. La Giunta Regionale di Basilicata ha nominato l’ing. Salvatore Margiotta in qualità di “Commissario ad Acta” per poter svolgere gli interventi necessari ed assumere tutte le iniziative utili alla positiva e celere soluzione della procedura di infrazione della piattaforma gestione rifiuti di La Martella.

 5. il Commissario Margiotta, in data 24/04/2020, ha chiesto al Sindaco di Matera di procedere all’approvazione della variazione al Piano Triennale dei lavori pubblici con gli interventi di bonifica finanziati, i cui progetti sono già stati definiti, e per cui si rende necessaria l’approvazione con urgenza del prosieguo delle attività propedeutiche all’appalto dei relativi lavori;

 INTERROGA IL SINDACO CON RISPOSTA ORALE E SCRITTA:

1. Di chiarire in Consiglio Comunale, le omissioni procedurali di tali atti amministrativi, che hanno portato a questo inspiegabile e dannoso rinvio e se l’Amministrazione ritiene eventualmente di accertare responsabilità;

 2. Di chiarire in Consiglio Comunale come mai considerato anche il numero delle persone coinvolte nel controllo amministrativo, in particolare il Sindaco, l’assessore preposto e la Giunta, non abbiano programmato e inserito tale importante opera nel Piano Triennale, nonché di chiarire come mai nessuno abbia SOLLECITATO questo indispensabile procedura di Appalto, teso a risolvere problemi ambientali che si trascinano inspiegabilmente da anni;

 3. Di chiarire in Consiglio Comunale se questo ritardo nell’appalto dei lavori comporterà un danno economico alla nostra comunità;

 4. Di chiarire in Consiglio Comunale se l’effetto del mancato avvio della bonifica della Discarica, comporterà aumenti della TARI, nonché ripercussioni organizzative e funzionali dell’attuale servizio cittadino;

 5. Di chiarire i tempi che l’amministrazione prevede per poter avviare le procedure e per mettere a Bando l’intervento, considerata l’urgenza aggravata da una inspiegabile inerzia e superficialità AMMINISTRATIVA nella gestione di una Problematica Ambientale così sentita dalla nostra comunità, in particolare dagli abitanti di La Martella, che meritano ATTENZIONE, visto che tale emergenza si trascina da anni, e che non si può semplicemente e genericamente rimandare a data da destinarsi.

 

 

 

 

Letto 14 volte