Stampa questa pagina
Giovedì, 06 Febbraio 2020 08:39

VALORE DONNA 2020: PUBBLICATE LE GRADUATORIE LUCANE

E' stata pubblicata sul Bur del 1 febbraio la graduatoria definitiva dell’avviso pubblico "Valore donna 2020" - voucher per la conciliazione, approvata con determina dirigenziale. 

Ne dà notizia il Dipartimento Attività Produttive della Regione, precisando che per le sole domande ammesse a finanziamento verrà attivata la compilazione della “Lettera di accettazione”. Ogni singola destinataria - precisa il Dipartimento – ha tempo fino al 13 febbraio per compilare e trasmettere il form online della lettera, allegando la documentazione richiesta. In totale sono 631 le domande approvate e finanziate; altre 312 sono state approvate ma non finanziate in attesa di reperire altri fondi. L’Ap, finanziato con 1.500.000 euro del Po Fse, è finalizzato a favorire la permanenza al lavoro delle donne in ragione dei problemi derivanti dai ruoli di cura da esse svolti all’interno della famiglia. L’azione del voucher di conciliazione tende a superare le difficoltà esistenti. “L’obiettivo è quello di fornire un supporto alle donne in età lavorativa che – sottolinea l’assessore alle Attività produttive, Francesco Cupparo - si trovano nella condizione di avere responsabilità di gestione familiare attraverso l’erogazione di un voucher, sotto forma di contributo economico (2.500 euro) per l’acquisto di servizi di cura e conciliazione da soggetti e imprese con sede in Basilicata come, ad esempio, centri di accoglienza ed educativi, collaboratrici familiari, case di riposo, infermieri e OSS. Intendiamo affrontare – aggiunge l'assessore - il problema di incrementare il fondo che risulta insufficiente soprattutto in riferimento alla crescente domanda di servizi che viene dalle donne lavoratrici sulle quali pesa in maniera decisamente maggiore il carico dell’assistenza nell’ambito della famiglia. Nel Programma Operativo Fse Basilicata 2014-2020 – Asse I “Creare e mantenere l’occupazione” - conclude Cupparo – contiamo di individuare e finanziare azioni e misure specifiche per rendere sempre più effettivo il principio di uguaglianza tra uomini e donne in tutti i settori, incluso l'accesso all'occupazione e alla progressione della carriera, la conciliazione della vita professionale con la vita privata e la promozione della parità di retribuzione per uno stesso lavoro o un lavoro di pari valore”. Eventuali chiarimenti e informazioni relativi alla gestione dei voucher sono forniti dall'Ufficio competente attraverso la seguente PEC: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo..

Letto 24 volte