Sabato, 04 Gennaio 2020 17:37

IL MALTEMPO DELL'EPIFANIA

La Befana porterà il gelo. Sarà un passaggio di correnti artiche scandinave molto veloce che evolverà rapidamente verso la Grecia e la Turchia...

...ma avrà le sue conseguenze soprattutto in termini di temperature, che scenderanno di diversi gradi. Secondo le previsioni dei meteorologi, per l’Epifania arriverà infatti una massa di aria di origine polare fra domenica 5 e martedì 7 gennaio. Temperature in netto calo soprattutto al Sud e lungo l’Adriatico con “forti venti settentrionali, con rinforzi di burrasca forte specie sui quadranti ionici”. La protezione civile regionale ha diramato un’allerta gialla per domenica 5. L’avviso di criticità è valido su tutta la regione, dal Gargano al Salento. A Bari il vento da nord toccherà punte vicine ai 70 chilometri orari. Anche su Brindisi e Lecce soffierà una tramontana con raffiche fra i 65 e i 70 chilometri l’ora; intorno ai 60 all’ora su Barletta e le coste della Bat. Mentre a Taranto e Foggia, dove le raffiche non dovrebbero superare quota 50 chilometri l’ora. Per l’Epifania i venti resteranno “molto forti” sui territori di Bari, Barletta e Lecce, in calo sulle altre province. Ma saranno le minime a precipitare fino a zero gradi, come in Capitanata. Dopo l’Epifania, con la ripresa delle attività scolastiche, le temperature minime continueranno ad essere basse, ma con venti in calo. Netta ripresa a partire da mercoledì 8 gennaio. Dal pomeriggio del 6 gennaio più sole ovunque.

Letto 76 volte