Domenica, 15 Dicembre 2019 09:15

MATERA: ACQUA E SUONI NEL "PALOMBARO"

Suoni vibranti, luci soffuse,installazioni artistiche e le suggestioni del “palombaro lungo”: il percorso tematico di “Echi d’acqua” è stato allestito nella grande cisterna ipogea scavata dall’uomo, a Matera, in piazza Vittorio Veneto...

...che è l’emblema della città sotterranea e millenaria di Matera, Capitale europea della cultura 2019. Sarà visitabile fino al 20 gennaio 2020. Il nuovo e originale percorso attrattivo, illustrato nel corso di una conferenza stampa e con una visita guidata, è l’ultima parte del progetto “In Vitro-artificial sonification”. Coprodotto dall’associazione LOXOSconcept e dalla Fondazione “Matera-Basilicata 2019”, è stato realizzato dal Centro ricerche musicali (Crm). “Echi d’acqua” si è avvalso delle musiche di cinque compositori: Michelangelo Lupone, Laura Bianchini, Giulio Colangelo, Alessio Gabriele e Silvia Lanzalone, con la partecipazione dell’architetto Emanuela Mentuccia, autrice delle ambientazioni plastiche e luminose delle cinque installazioni. Sono denominate Suono curvo, Superficie riflettenti, Angolo in Eco, Flussi Emergenti, Grotta Risonante e utilizzano, sotto l’aspetto tecnologico, planofoni, olofoni in miniatura, schermi riflettenti e diffusori d’acqua (da trmtv.it-Antonello Lombardi).

Letto 47 volte