Sabato, 21 Settembre 2019 23:15

MATERA UN ESEMPIO DI RISCATTO E BELLEZZA

“Matera è un esempio di riscatto e di bellezza, una città in cui la cultura diventa matrice ideale per fare impresa”. Con queste parole il presidente di Confindustria, Boccia, ha chiuso la due giorni su “Cultura, comunità, impresa: i valori dell’Europa”.

Il convegno organizzato dalla confederazione degli industriali della Basilicata nella città di Matera, nell’ambito del grande evento del 2019. L’attenzione per la città dei Sassi è alta. Soprattutto per i valori di comunità, identità, consapevolezza e partecipazione che Matera ha saputo mettere in campo raggiungendo risultati davvero importanti. Risultati elencati dal presidente della Fondazione Matera Basilicata 2019, Verri: “Matera ha convinto la Commissione europea per tre motivi: vision, management e partecipazione. Abbiamo coinvolto 16mila cittadini; realizzato per l’80% produzioni originali; abbiamo venduto 65mila passaporti, con il 95% dei soldout negli oltre 500 spettacolo. Il tutto con un budget contenuto, di 48 milioni . Ora si punti alla legacy del grande evento, racchiusa in quattro parole chiave: cocreazione culturale, allargamento della città, new working, inclusione”. “Non si può più prescindere dalla cultura per fare impresa – per il presidente Confindustria Basilicata, Lorusso – Matera ne è esempio con il brand scaturito dal 2019. E ne sono esempio le 50 eccellenze che abbiamo portato in città con il bando, realizzato in collaborazione con la Fondazione Matera Basilicata 2019, ‘Matera 2019: l’Open future delle imprese italiane’ “. La capitale della cultura “è diventata attrattiva economicamente – spiega De Felice, della Banca Intesa Sanpaolo – ora è necessario, per tutto il Paese, fare più investimenti perché ci sia più turismo e quindi più impresa”. Infine, in maniera più ampia: “Dobbiamo avviare una grande stagione europea ed esserne protagonisti con la Germania e la Francia – ha detto ancora il numero uno degli industriali, Boccia – e all’Europa chiediamo una massiccia operazione infrastrutturale per meglio collegare i Paesi tra loro, abbattendo i muri immateriali che rallentano l’economia, così come l’eterna campagna elettorale”. I pilastri della svolta economica siano, per Boccia: “Lavoro, crescita e debito. In un sistema in cui il lavoro è la mission. E più crescita e meno debito, l’obiettivo”.
Matera , dunque, per due giorni protagonista di una iniziativa unica, voluta e organizzata dai vertici lucani di Confindustria, in primis dal presidente Pasquale Lorusso e dal direttore generale Giuseppe Carriero, per omaggiare la Capitale europea della Cultura. Una serie di eventi che, per la prima volta in assoluto, ha portato sul territorio tutto il Sistema nazionale, le associazioni territoriali e imprenditori provenienti da ogni parte d’Italia. Dal prestigioso palcoscenico di Matera , il messaggio di Confindustria e degli imprenditori  italiani  al Paese ui temi della cultura, della cultura d’impresa e i dei valori dell’Europa(da trmtv.it-Antonella Losignore).

Letto 25 volte