Mercoledì, 07 Agosto 2019 10:50

INFORMAZIONE: ASSOSTAMPA E ODG CHIEDONO UN INCONTRO A BARDI

L’Associazione della stampa e l’Ordine dei giornalisti della Basilicata “tornano a chiedere, dopo l’appello già lanciato lo scorso primo luglio, un incontro urgente al Presidente della Regione Basilicata, Vito Bardi...

... al fine di avviare un confronto sulle tematiche legate all’informazione istituzionale in Basilicata e, più in generale, alle condizioni per superare le difficoltà del sistema regionale dell’informazione”. In una nota, l’Odg e l’Assostampa, evidenziano che “in Basilicata, per i fattori di fragilità storici dei suoi territori e delle sue comunità (scarsa popolazione e crescita dello spopolamento, basso indice lettura, caratteristiche orografiche), la situazione appare ancora più critica che altrove. Di qui l’importanza di predisporre e attuare una legge sull’editoria capace di rispondere, con misure adeguate, alle necessità. Così come mettere mano al capitolo dell’informazione pubblica è altrettanto urgente. Se chiediamo di non procrastinare ulteriormente l’incontro è anche perché da più parti emergono tentativi di rimetterne in discussione l’intero impianto, mentre in Basilicata, se si vuole operare per una complessiva crescita della regione e delle sue comunità, c’è bisogno di garantirne la tutela. Bisogna rafforzarlo ed estenderlo”. In questo ambito va considerata anche l’attività dei due uffici stampa, quello della Giunta e quello del Consiglio regionale, che con scrupolosità e rispetto dei principi deontologici alla base della professione giornalistica, da molti anni, utilizzando i diversi mezzi informativi (agenzia telematica, video, tgweb Lis, riviste, rubriche di approfondimento e social media), si sono attestati quale sicuro punto di riferimento della collettività, dando notizia di quanto prodotto dagli organi politici e facendo da supporto agli organi di informazione”. Per questo motivo, quindi, l’Associazione della stampa e l’Ordine dei giornalisti della Basilicata avviare, hanno chiesto “con la massima tempestività, un percorso condiviso per affrontare i problemi e individuare le soluzioni nell’esclusivo interesse della comunità lucana. E per tutelare, in primo luogo, il diritto costituzionale di ogni cittadino a essere informato”.

Letto 41 volte