Domenica, 04 Agosto 2019 15:21

5G: IL SINDACO DI SCANZANO DICE NO

Se a Matera, tra le cinque città scelte insieme a Milano, Prato, L’Aquila, Bari, la sperimentazione tecnica del 5 G è già partita e tutto procede come previsto..

...a Scanzano Jonico con apposita ordinanza è «Vietata a chiunque la sperimentazione o l’installazione del 5G sul territorio del Comune…applicando il principio precauzionale sancito dall’Unione Europea». Il sindaco Raffaello Carmelo Ripoli, è il primo amministratore pubblico italiano a mettere al bando sul suo territorio i telefonini di ultima generazione e le loro strutture di supporto, temendo che le radiofrequenze necessarie siano nocive per la salute. Per la verità il dibattito è ancora aperto . Ad esempio per l’Istituto superiore Sanità è innocuo (la nuova tecnologia è ampiamente al di sotto dei limiti per l’esposizione ai campi elettromagnetici stabiliti dalle normative, fermo restando la necessità di approfondire)  , per l’Istituto Ramazzini di Bologna no (è vero che il 5G utilizza onde millimetriche che non sono state ancora studiate – le ricerche sono ferme al 3G – però avendo un vigore superiore rispetto ad altre frequenze «è molto plausibile che siano onde con un livello di pericolo più elevato).
Intanto anche il comune di Policoro ha approvato una delibera sul divieto di sperimentazione della tecnologia 5G, ma senza obbligo di ordinanza del sindaco Mascia.

Letto 17 volte