Sabato, 13 Aprile 2019 23:15

IL 26 MAGGIO SI VOTA IN 54 COMUNI LUCANI

E’ un susseguirsi di appuntamenti elettorali in Basilicata, dove, dopo le elezioni regionali dello scorso 24 Marzo che hanno visto un centrodestra vincente, il prossimo 26 Maggio, 54 comuni lucani 13 in provincia di Matera e 41 in provincia di Potenza, rinnoveranno le compagini consiliari.

Il turno di ballottaggio è previsto per il 9 giugno, ma questo può accadere solo nel capoluogo lucano, dato che Potenza è l’unico comune superiore a 15.000 abitanti per il quale viene applicato il sistema elettorale maggioritario a doppio turno.Variegate e interessanti sono le situazioni che vengono a prospettarsi per queste amministrative, dopo il cambio di passo avvenuto alle Regionali. In provincia di Matera, uno dei comuni più importanti chiamato al voto, è Bernalda, con il giovane sindaco Domenico Tataranno che dovrebbe ripresentarsi quale candidato sindaco; in altri comuni quali Craco e Tricarico, si trovano scoperti a livello amministrativo dopo la sfiducia dei consiglieri di maggioranza in entrambi i paesi. A Miglionico il sindaco Angelo Buono ha deciso di non ricandidarsi dopo 2 mandati; ancora in forse invece il sindaco di Garaguso, Auletta. Pomarico, che ha vissuto il tragico episodio della frana, invece, si attende una classica battaglia centrodestra contro il centrosinistra, con l’uscente Francesco Mancini e l’ex sindaco Giuseppe Casolaro. Gli altri comuni del materano al voto sono: Calciano, Cirigliano, Gorgoglione, Novasiri, Rotondella, San Giorgio lucano e Valsinni. Difficile da prevedere anche come andrà a finire nel capoluogo lucano, dove i candidati ancora non sono usciti allo scoperto, sopratutto per le difficoltà nel centrosinsitra di trovare un candidato che unisca tutte le anime della sinistra e dei movimenti civici: anche se proprio ieri il segretario del Partito Democratico lucano, Mario Polese, ha lanciato un appello agli amici di Articolo 1, per continuare l’esperienza unitaria delle regionali anche alle comunali.Nella provincia Potentina, sono 41 le amministrazioni da rinnovare, tra cui Castelmezzano, dove l’uscente Nicola Valluzzi, il grande escluso dalla competizione regionale, dovrebbe ripresentarsi come primo cittadino; la giovane Valentina Viola di Chiaromonte ha già comunicato ufficialmente la sua ricandidatura. Anche Maratea, Tito e Viggiano, comuni strategici per diversi settori saranno chiamati al voto, con i tre primi cittadini uscenti Cipolla, Scavone e Cicala, pronti a riprovare per un ulteriore mandato. I comuni di Castelluccio superiore e Lagonegro che sono stati invece commissariati sono chiamati al voto. Per il resto i comuni della provincia di Potenza sono Anzi, Armento, Banzi, Barile,Brienza, Brindisi montagna, Calvera, Gallicchio, Guardia Perticara, Laurenzana, Marsicovetere, Missanello, Montemurro, Nemoli, Noepoli, Pescopagano, Picerno,Pietragalla, Rapone, Rivello, Roccanova, Rotonda, San chirico nuovo, San fele, San paolo albanese, San severino lucano, Sant’angelo le fratte, Satriano di lucania, Savoia di lucania, Spinoso,Terranova di pollino,Trivigno, e Venosa

Letto 23 volte