Giovedì, 21 Febbraio 2019 07:03

TREROTOLA CANDIDATO A GOVERNATORE IN BASILICATA

E’ Carlo Trerotola, farmacista di Potenza, il candidato di centrosinistra per le prossime elezioni regionali in Basilicata. Ad annunciarlo Marcello Pittella nel corso di un’affollata conferenza, tenutasi ieri al Park Hotel del capoluogo lucano...

... in cui ha avuto occasione di ripercorrere gli anni del suo governo e spiegare i motivi del dietrofront.
Ecco alcuni passaggi del suo intervento:
“Ho fatto degli errori, tanti errori, chi di voi non li ha fatti. Abbiamo fatto anche tante cose buone, alcune anche ottime. Avrei dovuto dire qualche no in più, oppure sugli atti amministrativi avrei dovuto avere una posizione più netta. Pensiamo alla Basilicata che avevamo nel 2010 e quella che abbiamo oggi; un bambino che da gattonare ha iniziato a camminare”.
Su Matera 2019 e sugli investimenti fatti, Pittella ha, poi, sottolineato:
“Vado fiero come voi di Matera 2019. sono fiero di aver salvato tanti comuni dal collasso finanziario, compreso il capoluogo lucano. Sono felice di aver chiuso il Centro Oli e lo rifarei altre cento volte.
Sono entusiasta di aver investito 200 milioni di euro con l’assessore Cifarelli sul tema lavoro. Oltre 400 milioni di euro in agricoltura. Tutto è migliorabile, ma abbiamo fatto registrare in ogni settore della vita amministrativa della regione, avanzamenti. Abbiamo sposato la linea della riforma e del coraggio. La soddisfazione più grande aver rappresentato ai massimi livelli la Basilicata”.
Sulla vicenda giudiziaria, invece, ha precisato:
“Da appassionato testardo ho sopportato la detenzione e le cattiverie. Permettetemi di dirlo: assurdo, abnorme e incomprensibile . Non si ferma né una Regione né un uomo in questo modo. Ho osservato in silenzio lo spettacolo di questi mesi. Tanti hanno dimenticato o cancellato con leggerezza disarmante il grande lavoro fatto. Spero che possano ripensarci nel tempo. Tutti pronti a scappare, a tagliarmi la strada, a salire sul carro dei vincitori …direi di no!Però voglio anche rassicurarmi perché il lavoro fatto è una pietra miliare come la Scuola di Restauro di Matera, i passi da gigante  in Villa d’Agri, la dialisi a Tinchi”.
Pittella ha, infine, motivato la decisione del suo  dietrofront:
“Poi ci sono le regionali. In queste ore ho ricevuto centinaia di messaggi che mi invitavano a non indietreggiare, a tentare l’impresa della vita . Ho trovato una squadra che mi ha nutrito e irrobustito.
Perché Pittella fa un passo indietro quando un’alleanza nutrita ha ufficializzato la candidatura?
Non certo per la vicenda giudiziaria e non certo per le conseguenze della vicenda giudiziaria. Lo fa perché il sottoscritto antepone un sentimento sublime della regione e teme che questa regione, attraverso le divisioni del centrosinistra, possa consegnare le proprie sorti verso chi è dedito all’annuncio, al populismo esasperato, che rischiano in mettere in ginocchio il territorio d’Italia e della Regione. Io voglio unirlo il centrosinistra, non lo voglio dividere”. Pittella non tratta la resa , discute della vittoria” (da trmtv.it-Antonella Losignore).

Letto 4 volte