Mercoledì, 30 Gennaio 2019 09:43

A POTENZA UN CONVEGNO SU "SPORT STUDIO E INCLUSIONE"

Nella giornata di ieri, martedì 29 gennaio 2019 presso l'Aula Magna dell'Università degli Studi della Basilicata in via Nazario Sauro a Potenza si è svolto il convegno "SPORT STUDIO E INCLUSIONE".

L'iniziativa è sstata moderata dal Delegato Regionale FINP Basilicata Mario Giugliano, a cui hanno presenziato la Prorettrice alla Disabilità dell'Unibas e componente della CNUDD Basilicata Paola D'Antonio, il Presidente del CIP Basilicata Michele Saracino, la Direttrice dell'INAIL Basilicata Lucia Carmen Angiolillo, il Presidente del CONI Basilicata Leopoldo Desiderio, al Direttore Generale dell'associazione "Special Olympics" Filippo Orlando, il Provveditori agli studi della provincia di Potenza Debora Infante ed esponenti di rappresentanza di ASP, e Regione Basilicata. Si è parlato di quanto, a più riprese, - spiegano gli organizzatori in una nota - sia importante lo sport come mezzo di inclusione sociale e di stimolo a riprendere in mano la propria vita con entusiasmo dopo gravi incidenti o problematiche legate alla salute che portano a disabilità di qualsiasi tipo. Da ogni punto di vista ed in tanti ambiti sociali, lo sport e la disabilità sono interconnessi, bisogna che si focalizzi l'attenzione sul raggiungimento di integrazione ed inclusione grazie ad attività sportive volte alla ripresa fisica e mentale della persona. Grazie ad accordi solidi e forti tra l'Università degli Studi della Basilicata ed enti come il CONI, il CIP ed il MIUR è stato possibile sottolineare ed esprimere fortemente l'idea che, con cooperazione e grande impegno si può davvero fare la differenza e si riesce a dare messaggi positivi di grinta e tenacia a tutti coloro che hanno bisogno di rimettersi in gioco e possono e vogliono farlo con lo sport. Con grande emozione e riconoscenza si è ricordata l’operato di Lillino Polese, Presidente CIP scomparso lo scorso agosto; grazie al suo prezioso impegno, si è riusciti ad istituire i centri informativi CIP presso le sedi INAIL di Potenza e Matera. L’istruzione italiana è oggi un modello di inclusione guardato con grande interesse dai Paesi europei evoluti – ha sottolineato la dott.ssa Debora Infante - che hanno sistemi scolastici ancora con classi differenziate e dunque quanto sia di grande orgoglio per la nostra Nazione poter affermare di essere altamente preparati ad affrontare nel migliore dei modi la tematica della disabilità. L'incontro di oggi – aggiunge il neo eletto Presidente del CIP Basilicata Michele Saracino - ha evidenziato come lo sport possa consentire di aggiungere un ulteriore tassello al processo di inclusione ed in particolare il Presidente del CIP Basilicata afferma: "Mi auguro che a questa iniziativa possa conseguire l'apertura di più sportelli di informazione sull'attività del CIP a livello regionale e nazionale”. La Prof.ssa Paola D'Antonio, nel chiudere i lavori ha evidenziato quanto in UNIBAS lo sport possa potenziare le azioni di integrazione degli studenti, in percorsi accademici in cui la disabilità è sempre stata vista come una risorsa per tutta la comunità. 

Letto 31 volte