Martedì, 27 Novembre 2018 08:33

CONSIGLIO MATERA: SI A DILAZIONE TARI

Si è riunito ieri il Consiglio Comunale di Matera. All’ordine del giorno, tra gli altri punti, gli indirizzi relativi alla Tari 2018. Con 19 voti favorevoli, ha avuto il via libera la possibilità di una ulteriore dilazione dell’imposta a chi ne faccia richiesta, in modo da poter spalmarne il pagamento in tre anni.

 L’assemblea comunale ha dato il via libera a maggioranza dei presenti, alle variazioni di Bilancio e ratificato la delibera di giunta per il finanziamento del progetto di riqualificazione della villa comunale attraverso l’applicazione dell’avanzo di amministrazione per un importo di 802mila euro circa. Approvati, infine, sempre a maggioranza, i riconoscimenti di debito fuori bilancio per il pagamento di fatture con la società Fastweb, per la fornitura di energia elettrica per parte del 2015 e del 2016 e per il pagamento di somme dovute ad eventi atmosferici. Non è stato approvato, infine, un ordine del giorno presentato dal consigliere Toto che chiedeva l’impegno del sindaco e della Giunta per il ripristino della giostrina in passato ubicata nella villa comunale nella sua originaria sede, una volta ultimati i lavori di riqualificazione.
Nel corso dei lavori, è intervenuto il sindaco Raffaello De Ruggieri, che ha lanciato un appello al senso di responsabilità politica delle forze presenti in consiglio. Nel ringraziare i rappresentanti della città per la solidarietà espressa in apertura di seduta per le vicende familiari che lo hanno segnato negli giorni, De Ruggieri ha invitato i consiglieri a sforzarsi nell’interesse della città. “In questo periodo storico, in cui il mondo ci guarda – ha detto De Ruggieri -, dobbiamo sforzarci di affrontare la salutare dialettica politica con spirito costruttivo, per risolvere i problemi della comunità”. “Occorrerà filtrare le proposte – ha concluso il Sindaco – a partire da quelle che pervengono per l’utilizzo dell’auditorium di piazza del Sedile, che non può essere il punto di approdo di tutto quello che si fa. L’auditorium ha le sue specificità che devono essere rispettate. Dobbiamo essere consapevoli che è necessario – ha sottolineato – governare le pressioni della comunità e avere il coraggio di bloccare le iniziative anche in presenza di provvedimenti già presi che possono essere revocati. Ammetto la debolezza del Sindaco rispetto a scelte compiute recentemente”.

Letto 10 volte