Martedì, 23 Ottobre 2018 11:43

CASO RADIOTERAPIA: OSPEDALE SAN CARLO RISOLVE IL CONTRATTO CON LA "FORA"

Ecco la nota stampa del presidio ospedaliero: “L’A.O.R. “San Carlo” comunica di aver avviato, in data 22 ottobre 2018, il procedimento di risoluzione contrattuale con la ditta Forali per il servizio di erogazione di prestazioni di Radioterapia.

Preso atto che l’Acceleratore Lineare Clinac IX (matricola 4082) non è stato fornito in conformità a quanto prescritto dall’art. 4 del Capitolato speciale di gara (obbligo di fornire beni di produzione corrente, nuovi di fabbrica, non ricondizionati né riassemblati), ma trattasi di macchina già installata in precedenza presso altro cliente, l’Azienda intende procedere alla risoluzione contrattuale ai sensi e per gli effetti dell’art. 1456 c.c., così come previsto dall’art. 17 del Capitolato Speciale di gara e dall’art. 10 del contratto di affidamento. I tempi per la presentazione di memorie, documentazione, etc., da parte della ditta Forali sono di 10 giorni. I tempi di conclusione del procedimento sono di 30 giorni. L’A.O.R. “San Carlo” comunica che il servizio di Radioterapia non sarà sospeso e che si procederà all’internalizzazione del servizio per il proseguimento delle attività.  Intanto si è svolto in data odierna presso l’Assessorato alle Politiche della Persona un incontro tra l’assessore Flavia Franconi ed i vertici della ditta Fora che in Basilicata gestisce la centrale operative degli screening sotto la regia ed il coordinamento dei responsabili regionali attestati all’Irccs Crob, la radioterapia al San Carlo nonché il servizio mobile della Pet. “L’incontro – spiega l’Assessorato regionale - si è svolto in un clima di rigorosa trasparenza, durante il quale il presidente di Fora, dott. Degano, ha assicurato la piena collaborazione affinché sia data piena evidenza di come ha operato la società Fora nell’interesse della sanità lucana, impegnandosi a darne conseguenti riscontri. Lo stesso Presidente ha assunto l’impegno ad attivarsi sollecitamente e personalmente per verificare che non si concretizzino ulteriormente condizioni che possano pregiudicare la Sanità lucana, nel cui interesse Fora opera”.

Letto 6 volte