Martedì, 25 Settembre 2018 14:58

...E A DESTRA CON GIORGIA

Il vertice nazionale tenuto in diversi momenti a Palazzo Grazioli a pranzo da Berlusconi con gli altri due leader Meloni e Salvini, il centrodestra continua a lavorare intensamente per sciogliere gli ultimi nodi dopo l’intesa raggiunta per correre uniti alle varie elezioni in programma dalle comunali alle regionali (passando per quelle provinciali).

L’intesa raggiunta per le candidature regionali, prevederebbe che per il Piemonte sia Forza Italia ad esprimere il proprio candidato, alla Lega andrebbe quello della Sardegna e a Fratelli d’Italia l’Abruzzo. Per la Basilicata circola sempre con più insistenza il nome del generale della Finanza Vito Bardi, esponente della società civile ma gradito principalmente da Forza Italia. Nell’ambito di queste grandi manovre si inserisce la conferenza stampa della leader dei Fratelli d’Italia Giorgia Meloni che a Roma si è presentata con il coordinatore regionale del partito e consigliere Gianni Rosa. Con loro nella sala riunioni del gruppo parlamentare alla Camera anche il consigliere Michele Napoli, eletto in consiglio regionale di Basilicata per Forza Italia, poi passato a Noi con l’Italia di Raffaele Fitto e da oggi in Fratelli d’Italia. “Grazie a Giorgia Meloni” ha detto Napoli “che mi consente di rientrare a casa. Una casa che nel mio piccolo in Basilicata ho contribuito a costruire. Grazie anche Gianni Rosa col quale ho condiviso tante battaglie” ha proseguito. “Ho colto l’invito di Giorgia a costruire una grande casa con i sovranisti e conservatori, che deve essere anche capace di interloquire con i segmenti vitali della società”. La Basilicata, ha detto Meloni, nonostante gli idrocarburi, “ha dei dati drammatici per quanto riguarda la disoccupazione, l’immigrazione incontrollata e la fuga dei giovani, frutto di una gestione pessima della sinistra
che ha fatto delle clientele la propria cifra”. Dopo il vertice di centrodestra che ha sancito la corsa unitaria con Lega e Forza Italia “possiamo vincere in tutte le Regioni, e anche in Basilicata possiamo dire la nostra” anche perché “M5s non rappresenta una alternativa”. Rosa ha fatto eco alla leader nazionale sottolineando che “ci sono le condizioni per invertire la rotta e avere una alternanza. Il Pd è fortemente indebolito e M5s, pur prendendo il 43% alle politiche, ha fatto una campagna proponendo di chiudere i pozzi. Noi possiamo rappresentare l’alternativa”(da trmtv.it-Donato Mola).

Letto 64 volte