Lunedì, 16 Luglio 2018 11:09

...E IL PENTASTELLATO ANNUNCIA QUERELE...

Tra gli strascichi della recente visita del vicepremier Di Maio a Matera c’è anche quello relativo al botta e risposta tra il segretario del circolo di Matera del PD, Cosimo Muscaridola e il deputato 5Stelle Gianluca Rospi.

Muscaridola replicando al comizio dei 5Stelle aveva dichiarato infatti che...“Ha ragione Gian Luca Rospi quando, facendo sfoggio di citazioni, ricorda che il nostro tempo è limitato; è talmente limitato che la memoria non cancella le contraddizioni e le ipocrisie del parlamentare stellato venuto in piazza a farci la morale dell’onesto quando solo poco tempo fa bussava alla porta della politica lucana per ricevere incarichi e consulenze. Dovrebbe ricordare l’ingegnere le reazioni ricevute e i no davanti a quello che non si poteva o non era ammesso fare” (il testo integrale della dichiarazione è pubblicato nell'articolo odierno della rubrica "Politica" ndr). Ecco la risposta integrale di Rospi. "Forse il sig. Muscaridola non ha nemmeno visto il mio curriculum. Curriculum costruito in più di dieci anni di attività professionale e di ricerca universitaria, con all’attivo più di quaranta pubblicazioni internazionali, una monografia e anche l’opportunità di aver contribuito, nel 2013, alla realizzazione di un volume scientifico con il premio Nobel Woodrow Clark II. I pochi incarichi pubblici sono stati il frutto di procedure ad evidenza pubblica più che trasparenti. Dimostri invece il sig. Muscaridola quale curriculum e quali competenze ha, e cosa ha fatto la forza politica che rappresenta per il nostro territorio. Nel sottolineare quanto già di buono fatto invece dal Governo in carica in poco meno di un mese, il riferimento in primis al taglio dei vitalizi che tanto ha infastidito i vecchi parlamentari, ci tengo a ricordare inoltre che non sono mai stato con nessuna forza politica, tanto meno con quella di cui Muscaridola è segretario. Ho già attivato i miei legali per tutelare la mia immagine e quella del Movimento che rappresento nelle sedi giudiziarie più opportune".

Letto 38 volte