Martedì, 20 Novembre 2007 00:00

MINORI ANTEZZA : APPROVARE LE PDL

“L’ennesimo allarme lanciato dal ministro dell’Interno, insieme alle notizie di cronaca sulle continue violenze di cui sono fatti oggetto i minori, devono farci riflettere sulle risposte che le istituzioni, ed anche il Consiglio regionale per quanto di sua competenza, devono offrire per tutelare i diritti dell’infanzia e dell’adolescenza”. E’ quanto afferma la presidente del Consiglio regionale della Basilicata, Maria Antezza, per la quale la “giornata mondiale per l'infanzia e l'adolescenza”, che avrà luogo domani nell’anniversario dell’approvazione della Convenzione delle Nazioni Unite sui diritti dell’infanzia (New York, 20 novembre 1989), “è l’occasione giusta per riflettere ancora una volta sugli strumenti più efficaci per difendere i bambini.

MINORI ANTEZZA APPROVARE SUBITO PROPOSTE DI LEGGE
“L’ennesimo allarme lanciato ieri dal ministro dell’Interno, insieme alle notizie di cronaca sulle continue violenze di cui sono fatti oggetto i minori, devono farci riflettere sulle risposte che le istituzioni, ed anche il Consiglio regionale per quanto di sua competenza, devono offrire per tutelare i diritti dell’infanzia e dell’adolescenza”. E’ quanto afferma la presidente del Consiglio regionale della Basilicata, Maria Antezza, per la quale la “giornata mondiale per l'infanzia e l'adolescenza”, che avrà luogo domani nell’anniversario dell’approvazione della Convenzione delle Nazioni Unite sui diritti dell’infanzia (New York, 20 novembre 1989), “è l’occasione giusta per riflettere ancora una volta sugli strumenti più efficaci per difendere i nostri bambini e quindi innanzitutto sulla necessità di istituire anche nella nostra regione la figura del garante dell’infanzia, prevista da una proposta di legge attualmente all’esame della competente Commissione consiliare, che tra l’altro è stata oggetto di un percorso partecipato nel mondo della scuola e nella comunità regionale”. Antezza auspica “che si possano stringere i tempi anche per l’approvazione degli altri provvedimenti sui minori attualmente all’attenzione delle Commissioni consiliari”, ricordando in particolare “la proposta di legge per l’attivazione di un sistema integrato di servizi educativi e di istruzione per la prima infanzia e il sostegno alla genitorialità e alla famiglia, di cui è appena iniziato l’esame in Commissione”. “Il Consiglio regionale - conclude Antezza - deve contribuire a fronteggiare le problematiche più importanti e gravi del mondo minorile perché bambini e adolescenti diventino sempre di più soggetti titolari di diritti, e sempre meno oggetto del bisogno”.

Letto 140 volte