Lunedì, 19 Novembre 2007 00:00

PROVINCIA DI MATERA SUL TERRITORIO

Sarà il Vice – Presidente della Provincia di Matera, Franco Bitondo, ad ospitare e coordinare, domani alle ore 12.00, la riunione d’insediamento del coordinamento interistituzionale per il rafforzamento delle attività di programmazione strategica territoriale, a cui parteciperanno i rappresentanti del Comune di Matera, del PIT Bradanica, del PIT Montagna Materna, del PIT Metapontino, dell’Università degli Studi di Basilicata e di Sviluppo Italia Basilicata. L’appuntamento in agenda ha una valenza costitutiva ed una funzionalità strategica – spiega lo stesso Bitondo - in quanto, oltre alla formalizzazione del gruppo di lavoro, si procederà alla definizione del programma di attività 2007-2008.
LA PROVINCIA DI MATERA PER LA PROGRAMMAZIONE TERRITORIALE
Sarà il Vice – Presidente della Provincia di Matera, Franco Bitondo, ad ospitare e coordinare, domani alle ore 12.00, la riunione d’insediamento del coordinamento interistituzionale per il rafforzamento delle attività di programmazione strategica territoriale, a cui parteciperanno i rappresentanti del Comune di Matera, del PIT Bradanica, del PIT Montagna Materna, del PIT Metapontino, dell’Università degli Studi di Basilicata e di Sviluppo Italia Basilicata. L’appuntamento in agenda ha una valenza costitutiva ed una funzionalità strategica – spiega lo stesso Bitondo - in quanto, oltre alla formalizzazione del gruppo di lavoro, si procederà alla definizione del programma di attività 2007-2008 ed all’esame dell’ opportunità di partecipare a Programmi di iniziativa comunitaria e a inviti a presentare proposte progettuali, in scadenza a breve. Il Coordinamento Istituzionale ed il Comitato Tecnico scientifico sono gli strumenti attraverso cui la Provincia di Matera, promotore insieme al Comune di Matera dell’Accordo Interistituzionale, vuole realizzare un luogo stabile di coordinamento delle politiche di sviluppo locale per definire, attraverso attività di supporto alla programmazione integrata territoriale, modelli di organizzazione e piani di iniziative tesi allo sviluppo socio economico del territorio. In particolare, tra i principali compiti del Coordinamento Interistituzionale ci sono il rafforzamento della programmazione integrata territoriale regionale, interregionale e transnazionale; i programmi di sviluppo locale di area e le reti territoriali. Il tutto si inserisce – illustra il presidente Nigro – in un contesto più ampio, ossia la proposta di piano operativo provinciale, volto al perfezionamento continuo del processo di convergenza tra gli strumenti della programmazione dello sviluppo e quelli del governo del territorio, da realizzare attraverso “spazi” di raccordo interistituzionale che consentano, non solo di mantenere in rete i diversi attori sociali e le diverse letture dei bisogni di cui sono espressione, ma anche di raccordare i diversi orientamenti con un denominatore comune che deve essere lo sviluppo socio economico del territorio provinciale. In questa prospettiva - conclude Nigro – il Coordinamento Interistituzionale per il rafforzamento delle attività di programmazione strategica intraprenderà un percorso incrementale orientato a valorizzare la complessità attraverso l’impiego sinergico di risorse e competenze per la realizzazione di strategie organiche in grado sia di mettere a sistema le singole azioni volte allo sviluppo integrato del territorio, sia di incorporare nella governance territoriale gli obiettivi di sviluppo delle strategie delle politiche comunitarie.
Letto 196 volte