Domenica, 18 Novembre 2007 00:00

INTENSIFICATA LA LOTTA AL RICICLAGGIO

Il Consiglio dei ministri ha approvato in via definitiva il decreto legislativo di recepimento della direttiva 2005/60/CE del Parlamento europeo e del Consiglio concernente la prevenzione dell’utilizzo del sistema finanziario a scopo di riciclaggio dei proventi di attività criminose e di finanziamento del terrorismo. Lo annuncia Mario Lettieri, Sottosegretario all’Economia. “Le nuove norme – dice Lettieri - assicureranno una maggiore trasparenza nelle transazioni finanziarie prevedendo, tra l’altro, una più attenta identificazione del cliente e del titolare effettivo. Nel contempo sono introdotte procedure semplificate per le situazioni in cui vi sia un rischio di riciclaggio ridotto.
INTENSIFICATA LA LOTTA AL RICICLAGGIO
 
Il Consiglio dei ministri ha approvato in via definitiva il decreto legislativo di recepimento della direttiva 2005/60/CE del Parlamento europeo e del Consiglio concernente la prevenzione dell’utilizzo del sistema finanziario a scopo di riciclaggio dei proventi di attività criminose e di finanziamento del terrorismo. Lo annuncia Mario Lettieri, Sottosegretario all’Economia. “Le nuove norme – dice Lettieri - assicureranno una maggiore trasparenza nelle transazioni finanziarie prevedendo, tra l’altro, una più attenta identificazione del cliente e del titolare effettivo. Nel contempo sono introdotte procedure semplificate per le situazioni in cui vi sia un rischio di riciclaggio ridotto. Con il decreto legislativo, dal 1 gennaio 2008, è soppresso l’Ufficio Italiano Cambi, le cui funzioni vengono attestate all’Unità di Informazione Finanziaria (UIF) che sarà una autonoma struttura della Banca d’Italia. Le transazioni con il contante o con strumenti di pagamento al portatore non possono superare l’importo di 5.000 euro. Altra novità riguarda gli assegni bancari: gli istituti di credito dovranno emettere assegni con la dicitura “non trasferibile” salvo contraria richiesta scritta del cliente. Queste misure entreranno in vigore il 30 aprile 2008. L’entità massima dei libretti al portatore dovrà essere ridotta a 5.000 euro entro il 30 giugno 2009. Entro il 30 aprile 2008 – avverte Lettieri - le case da gioco dovranno individuare le modalità più idonee per collegare i dati identificativi dei clienti con le operazioni di cambio-fiches di importo superiore a 2000 euro.
Il Governo, con l’approvazione del decreto, attua la III° direttiva europea e mostra la sua volontà di prevenire e lottare il preoccupante fenomeno del riciclaggio, nella consapevolezza che esso travalica i confini nazionali e richiede sempre più intense forme di collaborazione con gli organismi degli altri Paesi.
Intanto sollecita e fa affidamento sulla collaborazione degli intermediari finanziari, dei professionisti e degli altri soggetti obbligati per assicurare puntuale attuazione, nel rispetto dei diritti dei cittadini, a questa importante normativa volta a proteggere il sistema finanziario, a prevenire il riciclaggio di denaro ed il finanziamento del terrorismo nonché ad evitare “l’inquinamento” del sistema economico”.
Il decreto legislativo diventerà esecutivo 15 giorni dopo la pubblicazione nella Gazzetta ufficiale.
Letto 161 volte