Giovedì, 15 Novembre 2007 00:00

ESPLOSIONE DI GAS A PICCIANO

Ecco l'ultimo bollettino dettagliato emesso dal servizio stampa dell'Ospedale Madonna delle Grazie: "Il paziente Perniola Nicola (anni 43) è stato trasferito con l’elicottero del 118 alle ore 16.15 circa al Centro Grandi Ustionati di Brindisi. Le sue condizioni erano queste: gravi ustioni su tutto il corpo, nella misura del 40 per cento circa, con coinvolgimento del volto. Policontuso. Cosciente. La paziente Andrisani Paola (anni 40) è stata trasferita con l’elicottero del 118 alle ore 16.15 circa al Centro Grandi Ustionati di Brindisi. Le sue condizioni erano queste: gravi ustioni su tutto il corpo, nella misura del 50 per cento, con coinvolgimento del volto. Frattura di una costola. Cosciente.

 ESPLOSIONE DI GAS A PICCIANO CROLLA UNA CASA MUORE UN BAMBINO DI 7 ANNI 

 

Ecco l'ultimo bollettino dettagliato emesso dal servizio stampa dell'Ospedale Madonna delle Grazie: "Il paziente Perniola Nicola (anni 43) è stato trasferito con l’elicottero del 118 alle ore 16.15 circa al Centro Grandi Ustionati di Brindisi. Le sue condizioni erano queste: gravi ustioni su tutto il corpo, nella misura del 40 per cento circa, con coinvolgimento del volto. Policontuso. Cosciente. La paziente Andrisani Paola (anni 40) è stata trasferita con l’elicottero del 118 alle ore 16.15 circa al Centro Grandi Ustionati di Brindisi. Le sue condizioni erano queste: gravi ustioni su tutto il corpo, nella misura del 50 per cento, con coinvolgimento del volto. Frattura di una costola. Cosciente. La paziente Perniola Irma, 16 anni, è attualmente ricoverata nella U.O. di Ortopedia del “Madonna delle Grazie”. E’ policontusa; ha ustioni non gravi al volto e piccole ferite; presenta una sospetta frattura di una vertebra toracica. E’ cosciente, in condizioni meno gravi rispetto ai suoi familiari. La paziente Perniola Linda, 14 anni, è ricoverata nella U.O. di Rianimazione del “Madonna delle Grazie”. Ha un trauma chiuso della cassa toracica. Ha ustioni al volto, abrasioni, una ferita lacero-contusa al cuoio capelluto. E’ intubata, e sedata; le sue condizioni appaiono preoccupanti. Tutti i componenti la famiglia Perniola sono in Prognosi riservata. Il Pronto Soccorso ha fronteggiato l’emergenza senza intoppi, con il coinvolgimento di tutto il personale. Solo per il piccolo Vito, di 8 anni, nulla si è potuto fare: il bambino non è mai arrivato al Pronto Soccorso".

Come è noto, una casa rurale di due piani e' crollata questa mattina in Basilicata, a Picciano di Matera, per una fuga di gas. Dalle macerie è stato estratto il corpo di Vito, figlio di Nicola, un bambino di 7 anni. Ci sono anche quattro feriti. La casa crollata si trova ad alcuni chilometri dalla città, nel borgo "Picciano B": è un fabbricato rurale costruito negli anni della riforma fondiaria. Vicino alla casa si trova un bombolone per il gas che sarebbe all'origine dello scoppio che ha causato il crollo. Quattro persone sono rimaste ferite e sono ricoverate nel locale ospedale "Madonna delle Grazie" della città di Matera. La deflagrazione si è udita come un boato, all’incirca verso le 10,30 di questa mattina, nell’intera zona. I conci di tufo che componevano le mura dell’abitazione sono stati proiettati dall’esplosione a oltre cento metri di distanza. La presenza del nucleo familiare, ancora in casa a quell’ora, è da attribuirsi a un probabile stordimento dovuto al diffondersi del gas negli ambienti domestici. E’ bastata, probabilmente, una scintilla a provocare l’esplosione delle stanze, ormai sature di gas. Il Sindaco di Matera Emilio Nicola Buccico, in un comunicato stampa, esprime “profondo cordoglio per la morte del bambino di sette anni avvenuta questa mattina a seguito del crollo del palazzo rurale nel rione Picciano, causato molto probabilmente da una fuga di gas”. Buccico, impegnato in queste ore al Senato per la votazione sulla Legge Finanziaria, ha avanzato, anche a nome degli altri senatori lucani, la richiesta di interrompere momentaneamente i lavori in aula, pregando la Presidenza del Senato di attivarsi presso il Ministero dell'interno affinché venga posta in essere ogni utile iniziativa al riguardo. La richiesta è stata immediatamente accolta dal presidente Caprili, e tutta l’assemblea si è fermata per qualche attimo al fine di onorare la memoria del bambino scomparso in questo tragico evento e stringersi attorno ai familiari rimasti feriti.

Letto 266 volte