Mercoledì, 07 Novembre 2007 00:00

DI LORENZO SU AZIENDA RDB A MATERA

In un’interrogazione a risposta orale il vicepresidente della terza commissione consiliare permanente, Pasquale Di Lorenzo fa sapere che “la RDB s.p.a. ha confermato l'intenzione di voler dismettere il proprio stabilimento attivo nella città di Matera da moltissimi anni dove sono occupati 41 lavoratori per i quali, con ogni probabilità, saranno attivate le procedure di mobilità”. “La dismissione – afferma il consigliere - rappresenterebbe l'ennesimo duro colpo inferto ad una economia già fortemente agonizzante perché non supportata da un concreto e credibile progetto politico mirato ad esaltare le enormi potenzialità di crescita e di sviluppo presenti nei nostri territori.

DILORENZO SU DISMISSIONE STABILIMENTO RDB A MATERA

In un’interrogazione a risposta orale il vicepresidente della terza commissione consiliare permanente, Pasquale Di Lorenzo fa sapere che “la RDB s.p.a. ha confermato l'intenzione di voler dismettere il proprio stabilimento attivo nella città di Matera da moltissimi anni dove sono occupati 41 lavoratori per i quali, con ogni probabilità, saranno attivate le procedure di mobilità”. “La dismissione – afferma il consigliere - rappresenterebbe l'ennesimo duro colpo inferto ad una economia già fortemente agonizzante perché non supportata da un concreto e credibile progetto politico mirato ad esaltare le enormi potenzialità di crescita e di sviluppo presenti nei nostri territori. Di Lorenzo sottolineare che “tale situazione necessita di un immediato intervento da parte di tutti i soggetti interessati e della Regione in particolare, attraverso l'attivazione di un tavolo di concertazione tra i rappresentanti dell'azienda, le parti sociali e la Regione, per impedire che la volontà manifestata dall'azienda si concretizzi”. Rivolgendosi all'assessore alle Attività Produttive chiede di conoscere se siano veritiere le notizie riguardanti la volontà dell'azienda di voler dismettere lo stabilimento di Matera e, in caso affermativo, di conoscere quali iniziative intende adottare per scongiurare tale evenienza che aggraverebbe ancora di più la già drammatica situazione occupazionale nell'area del materano”.

Letto 242 volte