CONTR-APPUNTI

ALTRO CHE CASINI!

Sembrava che la presa di posizione di “Pierferdi” Casini avrebbe creato insormontabili problemi al Popolo della Libertà ma che, soprattutto, i due leader di centrodestra, Silvio Berlusconi e Gianfranco Fini, avrebbero dovuto temere, al più, le sparate dei leghisti, Borghezio in primis e lo stesso Bossi in secundis. Per ora, almeno, tutto ciò non si è verificato. A ricevere i primi contraccolpi sul fronte delle neonate alleanze è stato il Partito democratico di Walter Veltroni. A tirare calci (in ricordo, forse, di un asinello che lo ha contraddistinto in una ormai lontana campagna elettorale) il solito Antonio Di Pietro. Dopo aver incassato una sorta di apparentamento tecnico dal Pd, ha pensato di incominciare a modo suo.

Leggi tutto...