SCOMPARSO IL SEN. DOMENICO PITTELLA

Domenico Pittella – ex senatore del Psi dal 1972 al 1983 – è morto ieri nella sua casa di Lauria (Potenza) all’età di 86 anni. Era nato nel paese lucano il 7 febbraio 1932. Pittella era padre del senatore Gianni Pittella e di Marcello,attuale presidente della giunta regionale della Basilicata. Le esequie sono previste per oggi pomeriggio alle ore 16, a Lauria superiore. Alla famiglia vadano le più sentite condoglianze de "Il Pomeridiano".

Il 14 febbraio scorso Pittella era caduto riportando la frattura di un femore: da allora le sue condizioni, considerata anche l’età, non era più tornate quelle di prima. I funerali dovrebbero svolgersi domani, a Lauria, nel cui cimitero la salma sarà sepolta, nella tomba di famiglia.

Un sentimento di grande tristezza ha accompagnato la notizia della scomparsa del senatore Domenico Pittella. Il Partito democratico della Basilicata si stringe con affetto intorno alla famiglia Pittella per il grande dolore che li ha colpiti. La perdita di un uomo come Domenico Pittella lascia nell’intera comunità lucana un vuoto enorme impossibile da colmare. Partecipo con profondo e condiviso dolore alla dipartita del caro papá Mimì. Conosco bene il vuoto che la perdita di un padre provoca nella vita di ogni individuo, in particolare se ne ha rappresentato costantemente un punto di riferimento insostituibile in tutte le scelte della propria vita. Così l’assessore all’agricoltura della Regione Basilicata, Luca Braia a seguito della scomparsa di Domenico Pittella. Al presidente Marcello, a Gianni e alla famiglia Pittella mi sento di esprimere personale affetto, dando conforto convinto che gli insegnamenti e i valori ricevuti si moltiplicano con l’assenza fisica e rimangono presenti e indelebili per sempre. Con la scomparsa di don Mimì, va via un pezzo della storia della nostra terra. “Con Domenico Pittella se ne va un uomo delle istituzioni, un medico generoso, una tra le personalità più rilevanti della nostra Regione e  della scena politica nazionale”. Così Maria Cristina Pisani, portavoce del Psi, ricorda Domenico Pittella, ex Senatore del Psi, morto stamane a 86 anni nella sua casa di Lauria (Potenza).  Pisani  aggiunge: “Sempre disponibile e attento, è stato anche per la nostra città di Lauria un punto di riferimento importante. Una persona perbene. Un galantuomo, a cui mi lega  il ricordo di una grande e sincera amicizia con mio nonno e con persone a me care. Voglio dedicare un pensiero di sincera vicinanza alla famiglia per questa dolorosa perdita, a nome mio e di tutto il Psi, partito con cui Mimì ha condiviso gran parte del suo impegno politico”- ha aggiunto la portavoce del Psi. “Alla moglie, ai figli di cui era punto di riferimento, a  Marcello – ha aggiunto Pisani riferendosi al presidente della Regione Basilicata –  e all’amico Gianni” – ha proseguito Pisani citando l’ex capogruppo S&D al Parlamento europeo, ora Senatore, che lo lega alla Portavoce del Psi da una storica amicizia di famiglia. “Un abbraccio anche ai nipoti Domenico e Ludovica”-ha concluso. “A nome mio personale e della comunità che rappresento esprimo vicinanza alla famiglia Pittella per la scomparsa del senatore”. Afferma il sindaco di San Severino Lucano Franco Fiore che continua con un ricordo personale: “don Mimì è stato il mio maestro: ricordo che subito dopo la laurea in medicina e chirurgia ho iniziato a lavorare presso la clinica Pittella in Lauria e grazie al contatto avuto col “Medico” e con altri illustri professionisti iniziai ad apprendere le giuste competenze per la pratica dell’attività medica. Ebbi subito modo di conoscere le sue alte competenze nel settore, la sua grande disponibilità nei confronti di tutti. Sempre attento e premuroso a risolvere i problemi di salute di coloro che a lui si rivolgevano. Contestualmente portava avanti il suo gravoso e importante impegno politico ricoprendo cariche di alto livello. Rappresentò per me uno stimolo notevole per avvicinarmi al mondo della politica, al partito socialista, uno stimolo per impegnarmi per le necessità dei nostri luoghi. Il suo obiettivo era proprio quello di risolvere i problemi delle nostre aree. Sono sempre rimasto legato con grande affetto, stima e amicizia al mio Maestro che oggi ci lascia! Cordoglio ai figli, alla signora Laurita e familiari tutti. Perdiamo una grande figura che ha fatto la storia dei nostri territori di Basilicata”.