A MELFI LA CGIL E' PRIMA

Si è concluso lo spoglio dei seggi allestiti in questi giorni dai lavoratori Fiat alla FCA di Melfi per la elezione della Rls. La Fiom Cgil è il primo sindacato in Fiat con 2106 voti su 6790, pari al 31,67%, Uilm al 26,21%, Fismic al 22,51%, Fim al 16,66%, Ugl al 2.95%. La Fiom conquista 3 Rls su 8. A questi dati si somma il successo in Magneti Marellli con la conquista di 1 Rls su 3 per la Fiom con il rappresentante più votato. Finalmente, per  la prima volta dal 2010, i lavoratori hanno potuto scegliere liberamente i propri rappresentanti. Le divisioni, il “contratto Fiat”, la mancanza di investimenti, la mancata realizzazione del piano industriale non hanno creato, come promesso, “piena occupazione e salari tedeschi” ma hanno determinato il ricorso agli ammortizzatori sociali, incertezza produttiva, paga base più bassa degli altri metalmeccanici che hanno il CCNL e ritmi di lavoro sempre più intensi. Saranno questi gli aspetti su cui si concentrerà l’azione della Fiom Cgil insieme al riavvio di una contrattazione degna di questo nome. È ora che i lavoratori di Fca votino anche gli accordi che li riguardano: adesso bisogna avviare un vero confronto per rappresentare realmente le istanze che i lavoratori pongono con questo voto. Lo ha comunicato la stessa Cgil.