MATERA: IL CONSIGLIO SUPERA LO "SCOGLIO" DEL BILANCIO

Il Comune di Matera, dopo una maratona di oltre dieci ore,  che si è snodata lungo tutta la giornata di avantieri, dispone del Documento Unico di Programmazione e del Bilancio di previsione 2018/2020 , strumenti finanziari indispensabili per la vita amministrativa del Comune... ...banco di prova determinante per il prosieguo della Giunta De Ruggieri. Il documento economico, approvato insieme ad alcuni emendamenti, è stato votato da ventidue consiglieri. Quattro i contrari, mentre Sansone,  Paterino, Manicone e Cotugno sono usciti dall’aula al momento del voto. L’approvazione del bilancio permetterà verosimilmente al Comune  di cambiare la fisionomia della città, riorganizzare la macchina amministrativa, con investimenti in tutti i settori strategici per la crescita e lo sviluppo della città. Entrando nel dettaglio del documento finanziario, le previsioni di entrata ammontano a circa 61 milioni di euro a fronte di spese di circa 59 milioni di euro: tra le voci di rilievo,   i servizi istituzionali ammontano a 17 milioni di euro, polizia municipale e ordine pubblico 3,5 milioni di euro, diritto allo studio 2,4 milioni di euro, politiche sportive 430.000 euro, turismo 3 milioni (di cui uno dalla tassa di soggiorno) per le politiche sociali 8,6 milioni di euro, igiene urbana e verde 13,7 milioni di euro e trasporti 5.9 milioni di euro. Prima della votazione finale, il commento del Sindaco De Ruggieri: “Ringrazio coloro che hanno lavorato nella stesura del Bilancio – tutte donne nel nostro Comune, amazzoni della finanza col concertatore d’orchestra che è l’assessore Quintano. Mettere in linea numeri e cifre e farli quadrare non è semplice,ma il dato più stimolante e gratificante è che ancora una volta il Comune riesce ad esprimere equilibrio e non crea preoccupazioni. Un ringraziamento a tutto il Consiglio per il lavoro durissimo che è stato compiuto che pur nel furore critico di Cotugno e Paterino è riuscito a trovare una sintesi di qualità condivisa. Il clima anche di qualità del rapporto umano che si è creato nel Consiglio mi sembra positivo. Devo dire alcune cose importanti che sono state omesse: il prossimo 13 aprile, dopo anni di attesa, sarà presentato il Regolamento Urbanistico, uno strumento essenziale che viveva una situazione di languore da anni. Qualche giorno fa, anche se in modo angoscioso, sono state aperte le buste per l’affidamento e la gestione del servizio di raccolta dei rifiuti urbani – anche questo dopo anni di attesa. Sempre qualche giorno fa, è stato risolta l’annosa questione dell’infrazione comunitaria, i 53.000 mq di rifiuti abbancati a La Martella, lì dal 2002. Dal primo gennaio 2018, in maniera rivoluzionaria, grazie anche all’apporto dei parlamentari materani, al comune hanno preso servizio 48 unità. C’è poi il dato di 62mnl di euro del piano di opere pubbliche e degli altri già appaltati del Fondo di Sviluppo e Coesione 2007 – 2014.  Dietro quel Bilancio che può sembrare formale ed ingessato, su cui è difficile creare respiri, si è lavorato con impegno tenendo anche conto di un altro fatto che non possiamo ignorare, ovvero il nuovo contratto collettivo nazionale per i dipendenti comunali.Adesso dobbiamo affrontare il tema della tenuta politica di questo consiglio: ritroviamo senza veti e senza esclusioni un momento di recupero di tutte le energie vitali per rilanciare questa comunità e questa città. Il mio ruolo di sindaco non è un servizio per la città, ma una missione”. Venerdì 13 aprile 2018 alle ore 16 , in prima convocazione, la seduta straordinaria sull’adozione del Regolamento urbanistico. Ai lavori consiliari sarà presente il pianificatore, Francesco Nigro (da trmtv.it-Antonella Losignore).