ARRIVA IL "CINGHIALE D'ORO"

Quanno ce vo', ce vo'. La Coldiretti ha pensato bene di "premiare" ironicamente tutto l'ambaradam della Regione Basilicata, dai dipendenti agli amministratori. Un cinghiale d’oro, infatti, è stato consegnato alla Regione Basilicata, per denunciare quella che è ormai una emergenza non più rinviabile. A realizzarlo è stata la Coldiretti Basilicata, scesa in piazza a Potenza con una manifestazione che ha visto sfilare due giorni fa agricoltori e trattori, nonostante il maltempo, giunti a centinaia sia dal Potentino che dal Materano per raggiungere viale Verrastro. “Non bastano le politiche venatorie del Dipartimento Agricoltura – hanno dichiarato i vertici di categoria – serve piombo per abbattere gli ungulati, responsabili di troppi danni al primo settore, già messo in ginocchio da altre problematiche”. A stretto giro, l’Assessore regionale Braia – già impegnato in un tavolo con altri rappresentanti di categoria – ha poi incontrato i vertici Coldiretti. Prosegue l’interlocuzione per discutere da un lato delle attività di caccia e controllo e dall’altro della caccia di selezione. Altro capitolo il saldo dell’Agenzia per le erogazioni in agricoltura nei confronti delle aziende lucane beneficiarie del Programma di Sviluppo Rurale.