MATERA CONSIGLIO COMUNALE: BILANCIO E VERIFICA ALLA PROSSIMA

L’appuntamento con il bilancio comunale rappresenta il più importante momento di verifica di ogni amministrazione. Ma per questo occorrerà attendere ancora la prossima seduta. Nel frattempo nell’aula consiliare della Provincia è andata in scena. nella seduta di ieri pomeriggio, una piccola anteprima. Intanto il governo de Ruggieri, che come è emerso nel corso dell’incontro, ha perso il sostegno di “Matera si Muove”, formalizzato prima con l’intervento di Daniele Fragasso... ...e poi con il ricevimento ufficiale delle dimissioni dell’assessore Adriana Poli Bortone. Il lungo strascico polemico seguito alle parole dell’assessore al turismo, ha tenuto banco anche nel corso della seduta. Col pentastellato Materdomini che all’insegna del motto “ve l’avevamo detto” ha richiamato ancora una volta il sindaco a tirare le somme dopo la fallimentare, a suo dire, esperienza di governo. De Ruggieri nel suo intervento ha tenuto la barra dritta, puntata sul 2019 e ribadito quanto già affermato nei giorni scorsi: i problemi ci sono ma non dobbiamo avvitarci intorno alle violente polemiche, la nostra missione è quella di trovare soluzioni. Gli fa eco Adduce, anticipando nel suo intervento i temi che saranno affrontati nella conferenza stampa convocata dalla segreteria del PD. L’ex sindaco ha sintetizzato la situazione come quella di Frankenstein: la creatura mostruosa uscita fuori dall’unione artificiale di pezzi molto diversi tra loro ora si rivolta contro il suo creatore. Da registrare anche la posizione critica di Rocco Buccico, altro sostenitore della prima ora della “creatura” di de Ruggieri che abbandona la presidenza della commissione Politiche Sociali. Per il resto si puo’ parlare di normale “amministrazione” preparatoria alla verifica vera e propria di martedì prossimo: licenziati i diversi adempimenti relativi all’approvazione delle aliquote sulle tasse locali per l’anno corrente (Irpef, Imu, Tasi, Tari), Piano alienazioni e valorizzazioni immobiliari (L. 06/08/2008 n. 133) per il triennio dal 2018 al 2020; qualità e quantità delle aree e fabbricati destinati alla residenza, alle attività produttive e terziarie che possono essere cedute in diritto di proprietà o di in diritto superficie (anno 2018) e infine approvazione del Programma triennale 2018 – 2020 ed elenco annuale 2018 dei lavori pubblici (da trmtv.it- Donato Mola).