OMICIDIO CASSOTTA: ANNULLATO UN ERGASTOLO

La seconda sezione penale della Corte di Cassazione (presidente Piercamillo Davigo) ha annullato, con il rinvio alla Corte d'Assise d'appello di Salerno, l'ergastolo per Donato Prota, imputato per l'omicidio di Bruno Cassotta, ucciso l'1 ottobre 2008 a Rionero in Vulture (Potenza) nell'ambito della lotta tra clan mafiosi operanti nel Vulture-Melfese, nella zona nord della Basilicata. La notizia dell'annullamento dell'ergastolo è stata resa nota all'Ansa dall'avvocato Giuseppe Colucci che difende Prota insieme all'avvocato Giovanni Aricò. Secondo quanto si è appreso, inoltre, è stata confermata la condanna allo stesso Prota a sette anni di reclusione per associazione mafiosa (Ansa).