TRUFFA ALL'INPS: LA GdF SCOPRE 113 FINTI BRACCIANTI

Una truffa da 400mila euro ai danni dell’Inps è stata scoperta dal Nucleo di polizia tributaria di Matera della Guardia di Finanza che ha denunciato il titolare di un’azienda agricola, una sua collaboratrice e 113 “falsi braccianti”. Durante le indagini è emerso che l’azienda agricola, “con artifici e raggiri consistiti nell’omettere di comunicare la cessata disponibilità di terreni agricoli e nel segnalare fittizie assunzioni e giornate lavorative – sostiene la Gdf – ha indotto in errore l’Inps... ...facendo conseguire ai falsi braccianti indennità di disoccupazione non dovute”. In totale, la Guardia di Finanza ha calcolato “oltre 19mila giornate lavorative fittizie e indebite erogazioni di prestazioni assistenziali per oltre 400mila euro”. L’azienda agricola si è inoltre avvalsa di undici “lavoratori irregolari e/o in nero, per i quali ha dolosamente omesso di indicare giornate lavorative, consentendo loro di beneficiare di prestazioni assistenziali altrimenti non dovute per il superamento del numero di giornate”.