Editoriali Precedenti

MATERA-BASILICATA 2019: 500 CANDIDATURE

Si sono chiusi tra il 17 e il 20 novembre scorsi gli avvisi pubblici lanciati dalla Fondazione Matera Basilicata 2019 per selezionare le circa 50 figure che saranno inserite rispettivamente nel programma di Build Up e in alcuni progetti dell’Open Design School. Per l’Avviso pubblico per la selezione di Makers e Linkers nell’ambito del programma Build up Matera 2019 sono arrivate 243 domande, di cui il 44% sono state inviate da junior, il 31% da senior che si candidano a fare i Linkers,...

...il 26% da senior che invece ambiscono ad entrare nell'albo dei Matera Change Makers. Sono invece 240 le candidature arrivate per le quattro call lanciate per l’Open Design School: 20 per la figura di Communication e social media expert, 10 per quella di Lab Manager, 106 per il laboratorio sui palchi e gli allestimenti in spazio pubblico, 104 per il laboratorio sui luoghi di Matera 2019. Dal territorio lucano e aree limitrofe è giunto il 32% delle domande, il 50% dal resto d’Italia e il 18% dall’estero. Nelle prossime settimane si procederà alle selezioni dei diversi profili, 40 per il progetto Build Up (20 senior fra Makers e Linkers e 20 junior) e fino a 20 per l’Open Design School (1 Communication e social media expert, 1 Lab manager, da 5 a 10 professionisti per ciascuno dei due laboratori fra architetti, ingegneri, designer, scenografi, artigiani, paesaggisti, fotografi-filmaker). I Matera Change Makers e i Matera Linkers selezionati seguiranno un ciclo di incontri e workshop sulla pianificazione, lo sviluppo e la produzione di progetti culturali e per diventare audience developers e community builders. Al termine del processo di Build Up, i 40 selezionati verranno iscritti in un albo dei Makers e Linkers Matera 2019, pubblicato sul sito istituzionale della Fondazione, dal quale tanto la Fondazione Matera Basilicata 2019 quanto tutti i soggetti attuatori dei progetti di Matera 2019 potranno attingere in caso di necessità. Per quanto riguarda invece i partecipanti e i collaboratori dell’Open Design School, i soggetti selezionati cominceranno a lavorare da gennaio 2018 su alcuni progetti chiave di Matera 2019. Ogni team metterà insieme partecipanti specializzati in diversi campi, con diversi background e nazionalità, e servirà come strumento sistematico e collettivo di capacity building dove si impara facendo, prototipando e testando, in un continuo processo di scambio creativo tra arte, scienza e tecnologia.