IL PIANO EXPORT SUD II

Ammonta complessivamente a 50 mln di euro il Piano Export Sud II: azione del Ministero dello Sviluppo Economico, nell’ambito del fondo europeo Imprese e Competitività 2014-20, finalizzato alla promozione e formazione delle realtà produttive nelle regioni meno sviluppate come quelle meridionali. Interessa anche la Basilicata, insieme a Campania, Puglia, Calabria e Sicilia, attraverso una dotazione singola di 4,5 mln rispetto ai circa 43 complessivi. A Potenza, la Regione ha promosso un evento pubblico per illustrarne le potenzialità e caratteristiche d’accesso, insieme all’Agenzia per la promozione all’estero e l’internazionalizzazione delle imprese italiane e in collaborazione con Sviluppo Basilicata e Camera di Commercio del capoluogo lucano. L’ente ha ospitato questo primo step. Il piano – è emerso – si rivolge ai consorzi iscritti nel registro camerale, piccole e medie imprese, start up, reti d’impresa, parchi tecnologici, centri universitari e incubatori. Fondamentale la messa a valore del know-how già consolidato e la capacità di poterlo esportare all’estero, in termini progettuali, di prodotti e servizi. Tra gli intervenuti al tavolo dei relatori, il presidente della Camera di Commercio di Potenza, Somma, l’assessore regionale e il direttore generale del Dipartimento alle Attività Produttive, rispettivamente Cifarelli e Marchese, infine, la direttrice dell’Ufficio coordinamento Promozione del Made in Italy, Aronadio (da trmtv.it-Nico Basile).