PRESENTATA "MATERA IN MUSICA"

È stata presentata martedì 17 ottobre, nell’ex ospedale San Rocco di Matera, la XVI stagione della rassegna “Matera in musica”, organizzata dall’Orchestra Ico “Magna Grecia” e Festival Duni. Oltre al maestro Piero Romano, direttore artistico dell’Orchestra Ico e al direttore artistico del Festival Duni Saverio Vizziello, presenti l’assessore al turismo Adriana Poli Bortone e la dirigente del settore cultura, turismo e cooperazione internazionale Patrizia Minardi. “Il filo conduttore di questa stagione? L'evento – ha puntualizzato il maestro Piero Romano - non fine a se stesso, ma un documento narrativo della nostra storia musicale e culturale. Vogliamo essere originali nella continua sfida di proporre una musica legata a immaginari collettivi sempre differenti”. L’emozione della grande musica classica, un omaggio alla canzone napoletana, virtuosismi e contaminazioni e un evento pop che sarà svelato più avanti. Con la certezza di un marchio di fabbrica: l’Istituzione Concertistica Orchestrale (Ico) Magna Grecia, che inaugura una stagione di eventi musicali ricca di sorprese. Si rinnova la collaborazione sinergica tra Festival Duni e l’Istituzione Concertistica Orchestrale “Magna Grecia” nella città Capitale Europea della Cultura, già avviata con il progetto MaTa, che intende creare un asse culturale tra Matera e Taranto, con un’offerta musicale in esclusiva nelle due città, per animare teatri, auditorium, chiese e piazze. Il fine ultimo è quello di creare un veicolo con il quale unificare le attività, organizzate dalla Ico Magna Grecia, in un grande sipario interregionale. L’Orchestra Magna Grecia unisce virtualmente Matera e Taranto già dall’anno 2000, da quando si è inteso investire nella biterritorialità di città apparentemente differenti, ma legate dalla profonda vocazione culturale. MaTa, come Matera e Taranto in un ideale asse di congiunzione tra queste due realtà. “Continua la collaborazione – ha detto il direttore artistico del Festival Duni Saverio Vizziello – tra la mia associazione e l’Orchestra della Magna Grecia da più di 15 anni, avendo raggiunto ottimi livelli di qualità artistici con la speranza di poter proseguire negli anni soprattutto in previsione degli eventi per la Capitale europea della Cultura 2019. Oggi sono passati esattamente tre anni dalla proclamazione”. Quattordici i concerti della stagione Matera in musica, dal 25 ottobre 2017 ad aprile 2018. L’obiettivo è proporre un cartellone estremamente vario in grado di soddisfare gli appassionati della musica di qualità. “Dalla musica leggera al jazz, dalle grandi ricorrenze con Bernstein e la musica sinfonica, passando dalla musica napoletana all’opera. E poi grandi solisti e grandi direttori, ce n’è per tutti i gusti! Ecco la Stagione ‘17/‘18 dell’Orchestra della Magna Grecia. Un cartellone di tutto rispetto degno di una compagine orchestrale ormai riconosciuta in tutta Italia. Non mancate!” è l’invito del direttore musicale Luigi Piovano. A fare da apripista saranno due concerti di presentazione.
Mercoledì 25 ottobre sul palco dell’Auditorium Gervasio si esibiranno “Le Div4s”, accompagnate dall’Orchestra Ico Magna Grecia diretta per l’occasione dal maestro Piero Romano, con repertorio: dalla lirica al pop. Le Div4s sono un ensemble vocale che nasce dall’incontro di 4 giovani soprani, unite dalla passione per l'opera e dall'idea di divulgare l'eccellenza della musica italiana, attraverso la ricerca di un linguaggio innovativo che potesse coinvolgere un pubblico più giovane ed ampio e non solo gli appassionati del genere classico. Qualcuno le ha definite come la versione femminile de “Il Volo”.
Le Div4s hanno debuttato nel 2008 a fianco di Andrea Bocelli.
Venerdì 17 novembre 2017 lo spettacolo “Rach II” con musiche di Rachmaninov e Bizet: al pianoforte Giuseppe Andaloro, con il secondo concerto di Rachmaninov, "simbolo di virtuosismo e passione”, accompagnato dall’Orchestra della Magna Grecia diretta da Itoh Sho, vincitore del Concorso di direzione d'orchestra Nino Rota 2016.
Il Concerto di inaugurazione si terrà lunedì 27 novembre con le canzoni napoletane cantate da Gianni Conte sulle note dell’orchestra della Magna Grecia diretta da Roberto Molinelli. Guest star dello spettacolo che ricorda la scomparsa del compositore Eduardo Di Capua, padre della celebre “O’ sole mio”, sarà Christian De Sica, che intratterrà il pubblico e a sua volta, nel solco della tradizione del papà Vittorio, amante ed interprete della canzone napoletana, canterà per un tributo alla canzone napoletana che non mancherà di suscitare emozioni e ricordi.
Mercoledì 6 dicembre 2017 una serata dedicata a soul, jazz e pop intitolata “Phenomenal woman” con l’esibizione della cantautrice britannica Laura Mvula (voce), ancora poco conosciuta in Italia ma destinata ad un grande successo (è direttrice di un coro gospel e di un festival chiamato Black Voices and Lichfield), e dell’Orchestra della Magna Grecia diretta da Piero Romano.
Mercoledì 20 dicembre a scaldare il pubblico sarà la voce di Christie Dashiell nello spettacolo “Tip tap con la Fitzgerald” dedicato ad Ella Fitzgerald a 100 anni dalla sua nascita. Sul palco, con l’Orchestra della Magna Grecia diretta da Antonio Ciacca, anche la tapdancer Brinae Ali. Christie Dashiell, nata a Washington DC e cresciuta a Greenville (New York), ha conseguito la laurea presso la scuola di musica di Manhattan. Una delle signore del Jazz più apprezzate nel panorama internazionale.
L’anno nuovo, venerdì 12 gennaio, si aprirà con il fascino virtuosistico delle musiche di Mendelssohn: la bellissima violinista italo-rumena Anna Tifu, considerata una delle migliori interpreti della sua generazione, accompagnata ancora una volta dall’Orchestra della Magna Grecia diretta da Robert Austin.
Venerdì 19 gennaio lo spettacolo “Bernstein e Gershwin” con Carlo Guaitoli al pianoforte (modenese di Carpi, è stato pianista di Franco Battiato) e l’Orchestra Ico Magna Grecia diretta dal Direttore Musicale dell'OMG Luigi Piovano. Nel centenario della nascita di Leonard Bernstein una particolare dedicata ai brani di West Side Story che lo hanno reso immortale nella storia della musica.
Martedì 30 gennaio musiche dal balletto di Stravinskij in “Petruska” ad opera dell’Orchestra della Magna Grecia diretta da Michele Nitti. Nel 1911 la straordinaria creatività di Stravinskij regalò la meravigliosa partitura del balletto "Petruska" sulla storia della tradizionale marionetta russa. Trentacinque anni dopo, nel 1946, il musicista russo ricavò dalla stessa partitura una suite per orchestra. La storia del burattino di pezza Petruska, respinto dalla Ballerina che gli preferisce il violento e stolto Moro, si trasforma in musica di Stravinskij con effetti sonori ricchi di suggestive rievocazioni.
Martedì 6 febbraio 2018 “Latin Style”, pianoforte in versione Latina con l’Orchestra della Magna Grecia e Joachim Horsley al pianoforte.
Martedì 13 febbraio un tributo al grande cantautore italo-napoletano Pino Daniele in un docu-concerto dell’Orchestra della Magna Grecia con “Napule è”.
Lunedì 19 febbraio “Cello’s Sound” (La magia del violoncello): musiche di Dvorak nel concerto dell’Orchestra Ico Magna Grecia diretta da Piero Romano con Luigi Piovano al violoncello.
Il 19 marzo concerto per Cenerentola e orchestra con Ilaria Paolicelli (marimba), Giuseppe Baldari (basso tuba), Fabrizio Aiello (arpa) e l’Orchestra della Magna Grecia diretta da Maurizio Lomartire. Musiche di Rosauro, Rolla e Takemitsu.